L’episodio di Vikings di questa sera porta a casa il tema “guerra”,  dato che la prima di molte battaglie inizia finalmente.
Sebbene lo scontro tra le forze di Ivar e l’esercito cristiano guidato dal re Aethelwulf e dal vescovo Heahmund occupi la maggior parte dell’episodio.

Nonostante il fatto che le loro apparizioni siano brevi, le storie di Bjorn e Floki ricevono comunque attenzione vitale.

Bjorn e Halfdan hanno lasciato le loro terre e, mentre il desiderio di Ironside per l’avventura è sempre stato chiaro, questo non è stato il caso del fratello di Re Harald.

Stasera, in uno scambio silenzioso tra due anime affini, Halfdan rivela a Bjorn che non ha ambizioni di grandezza e semplicemente vuole assaporare la vita, per quanto possa venire. Sembra improbabile che la sua rivelazione faccia parte di una lunga truffa, e mentre la loro amicizia può continuare a crescere, verrà un momento in cui ognuno dovrà scegliere una parte

Tuttavia, la loro comune voglia di avventura affronta una sfida quando viene suggerito che Bjorn manda tutte,tranne tre delle sue navi a casa, mentre si preparano ad entrare nello Stretto di Gibilterra e in definitiva nel Mar Mediterraneo. “Meglio apparire come commercianti che razziatori.” Sembra difficile credere che Bjorn sia d’accordo con questo, e mentre i suoi giorni di incursione potrebbero essere alle sue spalle, è troppo intelligente per indebolirsi prima di entrare in un territorio sconosciuto.

Le esperienze di Floki in Islanda hanno sistematicamente chiuso l’episodio, mentre continua a combattere i suoi demoni interiori dopo la morte di sua moglie. Floki, ora crede di essere ad Asgard con gli dei, ma è il piccolo dettaglio del taglio sulla sua mano che fornisce una certa chiarezza sulla sua situazione.
Sembra che il taglio sia stato infettato e questo causi le sue allucinazioni.
Si sforza di capire perché gli dei lo hanno portato in quella terra, mentre a visioni di una valchiria che si dissolve in uno stormo di corvi lo porta ad accettare che “è qui che vuoi che io muoia in pace”.
Floki nota poi che il taglio sulla sua mano è scomparso lasciandoci a dei dubbi,  se il taglio esistesse realmente o se questo grande uomo ha finalmente trovato la sua ultima casa.

Risultati immagini per floki vikings 5

In quella che potrebbe essere la trama più intrigante delle prime fasi della quinta stagione, il re Harald arriva a casa alle celebrazioni, e l’amore che il suo popolo ha per lui rispecchia la situazione di cui gode Lagertha nel Kattegat.
Per la maggior parte, Harald è stato visto come un estraneo, ma qui, tra coloro che lo amano, racconta in modo eloquente le sue recenti imprese.
Per tutto il suo comportamento autoironico, dimostra di essere un leader e un politico magistrale. Naturalmente, il grande sconosciuto nella sua ricerca per rendere la sua città la capitale della Norvegia, è Astrid che introduce alla folla come “parte dei miei sogni”.

La lealtà di Astrid giace ancora con Lagertha, o pensa seriamente a quale vita la regina norvegese potrà permettersi? La sua risolutezza sembra indebolirsi dopo che gli uomini del re la presentano con gioielli e lino fine, e quando in seguito apparirà alla festa della sera in una bella veste e copricapo, il suo sorriso lascia un’impressione sincera.

Nonostante ciò, Astrid ha imparato dai migliori durante il suo tempo con Lagertha, e dopo aver improvvisamente lasciato la festa per tornare nella sua stanza, tutti gli occhi vanno ad Harald che la raggiunge in camera, ma quando si appoggia per baciarla, lei gli tira un pugno sul naso, lui torna nel salone.

E questa è una delle cose che devi amare di Harald. La sua risposta alla folla che può vedere chiaramente il sangue che scorre dal suo naso: “Non ho fortuna con le donne.”
Ma il sottotesto va molto più in profondità mentre invia il messaggio che “mentre potrei accettare la tua offerta e diventare la tua regina, capisci che sono una donna indipendente e potente nel mio diritto “.
Risultati immagini per astrid vikings

Era solo questione di tempo prima che l’Esercito della Grande Landa incontrasse la sua controparte cristiana, e nella vera moda dei Vichinghi, lo scontro arrivasse rapidamente.
Da questa guerra, osserviamo la grandezza e lo spessore di Alex Høge Andersen (Ivar), spettacolare.

L’immagine di un Ivar con cappuccio nero che scruta i Sassoni articola il fatto che il suo avversario non ha idea di cosa sta succedendo A causa della meticolosa pianificazione di Ivar e della capacità dei suoi uomini di eseguire i suoi ordini, i sassoni si ritrovano rapidamente intrappolati, la loro arroganza ora scompare.

Curiosamente, è solo quando vede Aethelwulf abbandonare la sua stazione per andare in soccorso di suo figlio che Ivar entra nella mischia.

la scena più carica di emozione si verifica quando Ivar viene immediatamente buttato dal suo carro solo per incidere brutalmente il vicino soldato sassone a pezzi con la sua ascia.
Seduto a terra, impotente di sangue che gli copre il viso, una dozzina  di soldati sassoni lo guardano, apparentemente impaurito di procedere.
La sua presenza imponente è spaventosa. “Non sai chi sono io? Non puoi uccidermi. Io sono Ivar il aenz’ossa, i
nevitabile la resa dei conti dei sassoni.

Un gioco di sguardi sadici e di sorrisi che gelano il sangue, Ivar , dimostra di essere uno dei migliori personaggi insieme a Floki.

I fratelli, lo tradiscono, andando a negozionare con i sassoni, al loro ritorno, Ivar li castiga a parole, chiedendo di essere riconosciuto come leader, anche se Ubbe si rifiuta di riconoscerlo, segna l’inizio della fine della loro relazione.

Ubbe, lo abbandona e torna a Kattegat, mentre Hvitserk all’ultimo decide di stare al fianco di Ivar

Puntata fantastica,

la prima di molte battaglie per iniziare con entusiasmo. Mentre è un po ‘deludente  le storie di Lagertha e Bjorn che dovranno aspettare per essere affrontate.

 

 

 

Hits: 134