Le mosche non sono solo fastidiose ⋆ Il salotto delle parole

Le mosche non sono solo fastidiose

Le mosche non sono solo fastidiose

Secondo alcuni biologi, questi insetti spesso fastidiosi trascorrono gran parte della giornata tra i fiori perché si nutrono in parte del loro nettare e del loro polline. E quando vai da un fiore all’altro, il tuo corpo è pieno di polline. In una mosca sono stati trovati 1.200 grani di polline. Quindi è stato scoperto che i fiori dipendono da questi insetti per influenzare l’impollinazione.

La rivista Natural History menziona una serie di esperimenti effettuati negli Stati Uniti. Uno di questi esperimenti ha mostrato, con stupore dei ricercatori, che per alcuni fiori selvatici le mosche erano migliori impollinatori delle api . E per questo motivo, è stato fatto un test in cui è stata posizionata una rete su alcuni fiori in modo che le mosche non potessero visitarli. Alla fine, non hanno dato seme e fiori che erano in giro se fossero stati impollinati.

Vola con il polline

Fiore di lino e geranio

È vero che l’impollinazione di alcuni fiori viene effettuata principalmente dalle api; ma ci sono fiori che crescono ad una certa altitudine, come il lino e il geranio, dove il 90% di questo lavoro viene eseguito dalle mosche. I biologi Carol Kearns e David Inouye hanno detto quanto segue: ” Nel caso di molti fiori selvatici delle montagne, mosche eclipse api, farfalle e colibrì “

Quindi le mosche, per quanto repulsive siano, aiutano ad aumentare l’attrattiva nei campi montuosi facendo riprodurre molti fiori . Cosa ne pensi di questo risultato?

Related Post

Hits: 3

Michela MuzzatiMichela Muzzati

Ciao a tutti, mi chiamo Michela e nel tempo libero faccio la blogger. Sono appassionata di film, serie tv e videogiochi, ma mi piace scrivere qualsiasi cosa attiri la mia curiosità. Ho una passione sfrenata per tre serie tv, The Walking Dead, Vikings e Breaking Bad, dove nel blog, puoi trovare diversi articoli. Il mio idolo in assoluto è Freddie Mercury, nel blog nasce una sua categoria. Ho una profonda stima per il giornalista Carmelo Abbate, mi piace definirlo, il mio maestro di vita e lo è. Da lui ho imparato molto, in particolare l'onestà e il rispetto su tutto quello che faccio. Non ho hobby, ma se seguire ogni suo programma, ogni suo scritto, ogni sua avventura, ogni sua ricetta, si può definire tale, allora il mio hobby è Chef Rubio, che amo profondamente. Spero che questo blog ti piaccia e ci aiuterai a divulgarlo, magari con una semplice condivisione dell'articolo che hai appena letto. Grazie a tutti e buona lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti