Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Il mistero della scomparsa di una delle più grandi colonie di pinguini reali del mondo ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


La rivista ” Antarctic Sience ” ha pubblicato una delle statistiche più crudeli degli ultimi anni. Si tratta della scomparsa del 90% in 35 anni di una delle colonie di pinguini reali più grandi del mondo .

Questa enorme colonia si trova sull’isola dei Porci, nell’arcipelago sub antartico del Crozet.

La rivista scientifica pubblica uno studio allarmante sul massiccio declino dei pinguini reali che ad oggi non è incluso nell’elenco degli animali in pericolo di estinzione, ma ora potrebbe essere considerato in uno stato vulnerabile.

Secondo una ricerca supportata da immagini satellitari nel 1980 c’erano circa 500.000 coppie riproduttive (composte da quattro pinguini, che comprende due genitori e due giovani), ora ce ne sono solo circa 60.000. Gli scienziati stimano che siano rimasti solo 240.000 pinguini sull’isola .

Dopo la massiccia scomparsa dei pinguini sull’isola dei Porci, si ritiene che un terzo della popolazione mondiale del pinguino reale sia stato perso .

Per valutare la superficie occupata dai pinguini tra il 1960 e il presente, gli scienziati hanno misurato anno dopo anno le immagini dei satelliti della colonia e si sono rese conto che stava diminuendo man mano che la vegetazione cresceva.

Dato Curioso:

  • Il re pinguino (Aptenodytes patagonicus), è caratterizzato dal vento bianco, dal becco nero e da una macchia arancione ai lati della testa. È un po ‘più piccolo del pinguino imperatore.

Il nostro pianeta ha bisogno di aiuto. 

Hits: 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti