Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Le leggi del karma, secondo il buddismo ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Il buddismo è una filosofia e una religione composta da insegnamenti pratici , come la meditazione per esempio, che mira a indurre una trasformazione all’interno della persona che la pratica. Promuove lo sviluppo di saggezza, consapevolezza e bontà per raggiungere uno stato di illuminazione. Tuttavia, oggi andremo oltre e parleremo delle leggi del karma.

Nel buddismo, l’esistenza viene avvicinata come uno stato permanente di cambiamento . La condizione per beneficiare di questo cambiamento è sviluppare una disciplina sulla nostra mente. Dovrebbe concentrarsi su stati positivi, concentrazione e calma.”Il karma è esperienza, l’esperienza crea memoria, la memoria crea l’immaginazione e il desiderio, e il desiderio crea di nuovo il karma”-Deepak Chopra-

L’obiettivo della disciplina è approfondire le emozioni associate alla comprensione, alla felicità e all’amore. Inoltre, per il Buddismo tutto lo sviluppo spirituale si materializza ed è completato da aree come il lavoro sociale, l’etica e la filosofia.

mani che prendono un fiore che rappresenta le leggi del karma

La natura del karma nel buddismo

La parola Karma significa azione e consiste in un tipo di forza che trascende. Questo tipo di energia è infinita e invisibile ed è una conseguenza diretta delle azioni dell’essere umano. Il karma è governato da dodici leggi. Ognuno di loro ci consente di comprendere il significato spirituale dell’esistenza.

Nel Buddhismo non c’è dio che controlla, queste leggi provengono dalla natura (come la legge della gravitazione universale) e le persone hanno il libero arbitrio di applicarle o meno. Pertanto, fare il bene o il male dipende da ciascuno e da quella decisione le conseguenze di cui siamo, in larga misura, responsabili.

Le dodici leggi del karma

Quindi esponiamo ognuna delle leggi del karma esistenti in modo che tu possa tenerne conto. Tutti loro sono molto importanti. Queste sono le dodici leggi del karma, secondo il buddismo.

1. La grande legge

La prima delle leggi del karma può essere condensata nella frase “raccogliamo ciò che seminiamo”. È anche conosciuta come la legge di causa ed effetto: ciò che diamo all’universo è ciò che l’universo ci restituisce, ma se è qualcosa di negativo, lo restituirà moltiplicato per dieci. Cioè, se diamo amore, riceveremo l’amore, ma se diamo amore riceviamo l’inamità moltiplicato per dieci.

2. Legge della creazione

Dobbiamo partecipare alla vita. Facciamo parte dell’universo, quindi, siamo un’unità con esso. Ciò che troviamo intorno a noi sono indicazioni del nostro remoto passato. Crea le opzioni che desideri per la tua vita.

3. Legge dell’umiltà

Continuerà ad accadere, che rifiutiamo di accettare. Se solo siamo in grado di vedere gli aspetti negativi negli altri, ristagneremo a un livello inferiore di esistenza; Al contrario, se li accettiamo con umiltà , saliremo a un livello superiore.

albero del karma

4. Legge di crescita

Ovunque andiamo, ci saremo. Prima di cose, luoghi e altre persone, noi siamo quelli che devono cambiare e non ciò che ci circonda, per evolvere nella nostra spiritualità. Quando cambiamo il nostro interno, la nostra vita cambia.

5. Legge di responsabilità

Quando qualcosa di negativo accade a noi è perché c’è qualcosa di negativo in noi, siamo un riflesso del nostro ambiente. Pertanto, dobbiamo affrontare le azioni nella nostra vita con responsabilità.

6. Legge di connessione

Tutto ciò che facciamo, per quanto insignificante, è in connessione con l’universo. Il primo passo porta all’ultimo e tutti sono ugualmente importanti, perché insieme sono necessari per raggiungere il nostro obiettivo. Presente, futuro e passato sono interconnessi.

7. Legge dell’approccio

Non è possibile pensare a due cose contemporaneamente. Saliamo passo dopo passo, uno alla volta. Non possiamo perdere di vista i nostri obiettivi, perché l’ insicurezza e la rabbia prenderebbero il sopravvento.

8. Legge del dare e dell’ospitalità

Se pensi che qualcosa possa essere vero, verrà il momento in cui potrai dimostrare che è vero. Dobbiamo imparare a dare per mettere in pratica ciò che abbiamo imparato.

donna accanto a un albero

9. Legge del qui e ora

Rimanere attaccati al nostro passato rende impossibile per noi godere del presente. Pensieri ammuffiti, cattive abitudini e sogni frustrati ci impediscono di andare avanti e rinnovare il nostro spirito.

10. Legge del cambiamento

La storia si ripeterà fino a quando non assimileremo le lezioni che dobbiamo imparare. Se una situazione negativa si verifica ancora e ancora, è perché in essa c’è una certa conoscenza che dobbiamo acquisire. Dobbiamo raddrizzarci e costruire la nostra strada.

11. Legge di pazienza e ricompensa

I premi sono il risultato di uno sforzo precedente. Una maggiore dedizione, uno sforzo maggiore e, quindi, una maggiore gratificazione. È un lavoro di pazienza e perseveranza che porta frutto. Dobbiamo imparare ad amare il nostro posto nel mondo, il nostro sforzo sarà onorato nel momento giusto.

simbolo del karma

12. Legge di importanza e ispirazione

Il valore dei nostri trionfi e degli errori  dipende dall’intenzione e dall’energia che utilizziamo per questo scopo. Contribuiamo individualmente ad una totalità, quindi, le nostre azioni non possono essere mediocri: dobbiamo mettere tutto il nostro cuore in ogni contributo che facciamo.

Ora che conosci tutte le leggi del karma, è importante che tu abbia in mente di essere consapevole di come tutto ciò che darai riceverai in quantità maggiori. La vita è un riflesso delle azioni che stai per svolgere. Quindi scegli se agire positivamente o negativamente.

Commenta questo articolo

comments

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti