Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Ilha da Queimada Grande: "l'isola dei serpenti" in Brasile ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


A 40 km dalla costa brasiliana c’è un’isola dove anche i locali ci pensano due volte prima di entrare. La leggenda dice che l’ultimo pescatore che si è perso molto vicino alle sue coste è stato trovato diversi giorni dopo alla deriva nella sua stessa barca, ucciso in un’enorme pozza di sangue.

Isola dei serpenti in Brasile

Ilha da Queimada Grande a Itanhaém, in Brasile.

Questo luogo misterioso è conosciuto da brasiliani con il nome di Ilha da Queimada Grande , ed è così pericoloso mettere piede su questo pezzo di terra nel mare che le autorità brasiliane considerano illegale la visita di chiunque . Il pericolo di questa isola è rappresentato dalla testa di serpente lancia d’oro, una sorta di Bothrops che sono tra le più mortale nel mondo.

I serpenti di punta possono misurare fino a mezzo metro e le stime suggeriscono che ci sono tra 2000 e 4000 esemplari sull’isola, motivo per cui è popolarmente conosciuta come l’isola dei serpenti . Le punte di lancia sono così velenose che un morso può uccidere un essere umano nel giro di poche ore.

I membri del genere Bothrops sono responsabili di più morti nelle Americhe rispetto a qualsiasi altro gruppo di serpenti velenosi.

Bothrops punta di lancia

I premi continentali dei serpenti che abitano Ilha da Queimada Grande.

Leggenda sull’origine di Ilha da Queimada Grande.

Attualmente, l’isola dei serpenti è completamente disabitata, anche se nella fine del 1920 alcune persone hanno vissuto in questo luogo, momento in cui, secondo la leggenda, l’operatore del faro con la sua famiglia morì avvelenato da serpenti . Oggi, la Marina brasiliana visita periodicamente l’isola per mantenere il faro e assicurarsi che non ci siano avventurieri che girovagano qui.

Serpente d'oro a punta di lancia

Un’altra leggenda locale dice che questi serpenti furono portati dai pirati che volevano proteggere un tesoro nascosto in questo luogo. Tuttavia, la presenza di così tanti serpenti in questo luogo insolito è dovuta ad un aumento del livello del mare, una storia meno eccitante di quella dei pirati e dei tesori, ma comunque interessante.

Ilha da Queimada faceva parte dell’area continentale del Brasile, ma 10.000 anni fa vi fu un aumento del livello di acqua che finì per separare questa massa di terra fino a diventare un’isola .

Durante questi migliaia di anni, gli animali che sono stati isolati sull’isola hanno presentato adattamenti evolutivi diversi da quelli che sono rimasti sulla terraferma, in particolare i serpenti della punta della lancia d’oro. Dato che sull’isola non c’erano prede per cacciare ma uccelli, madre natura forniva loro un veleno super potente per annientare qualsiasi uccello quasi immediatamente.

Ilha dà quel fantastico

I nativi uccelli hanno imparato a evitare di essere catturati dai predatori in agguato sull’isola, quindi i serpenti aspettano la visita degli uccelli estranei per i prodotti alimentari.

Hits: 7

2 thoughts on “Ilha da Queimada Grande: “l’isola dei serpenti” in Brasile

  1. I’m really inspired together with your writing skills and also with the format on your blog. Is that this a paid subject matter or did you modify it yourself? Anyway stay up the excellent high quality writing, it is uncommon to see a great blog like this one nowadays..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti