Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Caso Lerina García: Riesci a immaginare di svegliarti in una realtà parallela? ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Poiché questo è un argomento controverso, ci sono pochi studi seri che tentano di offrire una spiegazione.Uno dei casi più sconcertanti, è quello di una donna di 41 anni di nazionalità spagnola chiamato Lerina Garcia , che nel 2008 ha deciso di condividere la sua storia in un forum di Internet.

Reality specchi paralleli

Il suo incubo cominciò quando un giorno si svegliò e notò alcune differenze rispetto all’ambiente in cui ricordava di aver dormito la notte prima. La prima cosa che trovò di diverso erano le lenzuola sul suo letto, un set che non aveva mai visto prima e che non ricordava di aver comprato.Nonostante ciò, Lerina ha decise di continuare con la sua routine andando al lavoro. Arrivato nel suo ufficio, scoprì che la targa sulla porta non mostrava più il suo nome. La sua prima reazione fu di vedere che era tutto uguale ma in un posto diverso, ma la distribuzione degli uffici e i nomi della società erano quelli che conosceva, ha cominciato a sospettare che qualcosa di molto strano era successo. Mentre analizzava i documenti sulla sua scrivania, Lerina si rese conto che non conosceva nemmeno il suo capo e che faceva parte di un’altra azienda. Questa situazione ha prodotto uno stato di panico che è riuscito a controllare immediatamente.

Quel giorno, Lerina passò il tempo a cercare di capire cosa fosse successo, ma non riuscì a giungere a nessuna conclusione. Il giorno dopo, i suoi colleghi della compagnia gli dissero che si comportava in modo strano, e con una buona ragione, perché non conosceva nessuna di queste persone, sebbene alcuni gli parlassero con una certa familiarità.Mentre i giorni passavano, Lerina scoprì persino che il suo ragazzo era in realtà il suo ex, da ben sei mesi. La cosa peggiore era che anche all’interno della sua stessa famiglia le cose erano diverse, perché ricordava perfettamente che sua sorella aveva subito un importante intervento chirurgico, anche se nella nuova realtà questo apparentemente non accadde mai. Lerina ha scelto di non insistere sulla questione con i suoi parenti, dato che sicuramente l’avrebbero chiamata pazza.Lerina ha descritto la sua esperienza in questa realtà alternativa come la sensazione di aver dormito e sognato per 5 mesi.

Questa situazione la portò a credere di aver attraversato un balzo della realtà mentre dormiva. In quell’universo parallelo in cui è entrata , senza sapere come, tutto sembrava uguale ma i dettagli erano molto diversi.Un fenomeno più comune di quello che immaginiamo.
Situazioni come quella di Lerina sono riportate con una certa frequenza, sebbene non vi sia alcuna spiegazione sul fenomeno. Ci sono storie di gente che vanno attraverso boschi e finiscono in luoghi sconosciuto, nonostante la sua vasta conoscenza della zona.

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti