Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Pamukkale, il meraviglioso "Cotton Palace" in Turchia ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Le terme di Pamukkale, in Turchia, sono solo l’inizio di una serie di meraviglie che questo sito storico ha da offrire ai turisti. A sud-est del paese, nella pittoresca regione di Denizli, è possibile trovare una valle scoscesa con pendenze popolate da scintillanti gradini di pietra bianca.

Tramonto della Turchia di Pamukkale

Un’antica leggenda dice che quelle ondeggianti terrazze bianche erano formate da resti di cotone lasciati al sole molti anni fa dai giganti. In realtà, queste strutture sono depositi minerali di carbonati lasciati dall’acqua mentre scorre , ma ciò non diminuisce neanche un po ‘lo stupore visivo che risulta dal suo apprezzamento. In onore di quella vecchia leggenda, il sito è stato chiamato Pamukkale , che in turco significa “castello di cotone”

La storia di Pamukkale.

Centinaia di anni fa, Pamukkale era la sede dell’antica città sacra di Hierapolis . Questo posto è stato scelto principalmente per le sorgenti termali che punteggiano le colline.

Piccole piscine di acqua termale a Pamukkale

Qui di solito si incontrano medici e guaritori che prendono i loro pazienti per curare vari disturbi. Imperatori romani come Nerone, Adriano, Septimio Severo e Caracalla visitarono queste fontane e furono i principali responsabili della diffusione delle presunte proprietà curative delle acque termali di Pamukkale . Ma oltre a queste qualità curative, alcune fonti espellono l’anidride carbonica.

Attraverso i gradini, fontane e depositi minerali formavano piccole caverne. E la stessa attività vulcanica che ha dato origine alle sorgenti termali e ha i gradini terrazzati ha costretto l’anidride carbonica a salire attraverso le sorgenti in queste caverne. E poiché non esiste una via di fuga, rimane intrappolato all’interno.

Terrazze nella Turchia di Pamukkale

In passato, una di queste caverne intasate di anidride carbonica veniva usata per scopi religiosi dai sacerdoti di Cibeles. Questi religiosi furono quelli che chiamarono la grotta ” Plutonio “, il cui significato è “la casa del dio Plutone”. I sacerdoti avrebbero pregato Cibele, dea madre dell’Anatolia, mentre mostrava una completa e misteriosa immunità agli effetti delle alte concentrazioni di anidride carbonicanella caverna.

La geografia di Pamukkale.

Quelle sorgenti termali che erano così attraenti per i nostri antenati sono anche responsabili per aver dato origine al “Cotton Castle”. Poiché queste fonti ricche di calcio lentamente scendono dal pendio, si espandono e si accumulano nella geografia naturale del terreno. E mentre si riversano sui bordi di quelle brillanti pietre bianche di travertino, i minerali si solidificano in piccole onde che sembrano filari di cotone morbidi e traboccanti a distanza .

Turisti sulle terrazze di pamukkale

Poiché la zona è famosa per il suo cotone, il raccolto più comune nella zona, le colline sono state associate a mazzi di cotone e ai gradini terrazzati rispetto alla forma di un castello. Per questo motivo, il luogo cominciò ad essere conosciuto come Cotton Castle.

Le sorgenti termali di Pamukkale sono una delle maggiori attrazioni turistiche della Turchia. Raggiungendo temperature che vanno dai 35 ai 100 gradi Celsius , si dice che l’acqua ricca di minerali di queste piscine apporti numerosi benefici alla salute , sebbene non sia stata scientificamente provata.

Pamukkale oggi.

Oggi, l’antica città di Hierapolis a Pamukkale non esiste più. Al suo posto possiamo trovare alcune rovine in ottimo stato di conservazione, così come un museo dove la storia di questa regione è dettagliata.

Rovine del teatro di Hierapolis

Per la decade del 1960, durante il boom dell’industria turistica e quando la gente cominciò a viaggiare per vedere il Cotton Castle, furono costruiti alcuni hotel e strade secondarie nella zona. Alla fine, hanno scoperto che questi hotel scaricavano le acque termali nelle loro piscine causando danni irreparabili alle terrazze .

Alla fine è stato deciso che questi hotel dovevano essere demoliti, ma con nuove ordinanze, l’acqua utilizzata da tutti gli hotel vicino a Pamukkale è ora limitata e sono stati costruiti nuovi stagni di ricambio per contribuire a ripristinare il flusso originale delle acque termali.

Valle popolata da Pamukkale

Oggi, i turisti arrivano ancora a Pamukkale, sperando di fare un tuffo in una delle famose piscine termali ed esplorare le rovine di Hieropolis. Sebbene le rovine e il museo restino aperti al pubblico, l’ingresso alle acque termali è stagionale. Durante l’inverno l’ingresso alle terrazze è chiuso dalla neve, anche se le piscine sono tenute calde e piene d’acqua.

Alcuni sono chiusi dall’erosione e altri sono disponibili solo per i turisti a sommergere un piede. Nonostante questo, molte delle piscine sono aperte ai visitatori per fare un tuffo, vivendo una delle più grandi e storiche attrazioni turistiche della Turchia .

Hits: 9

3 thoughts on “Pamukkale, il meraviglioso “Cotton Palace” in Turchia

  1. Do you mind if I quote a few of your posts as long as I provide credit and sources back to your blog? My blog site is in the exact same niche as yours and my users would certainly benefit from some of the information you provide here. Please let me know if this alright with you. Regards!

  2. Wow, marvelous weblog format! How long have you ever been blogging for? you make running a blog look easy. The full glance of your web site is fantastic, let alone the content material!

  3. An interesting discussion is worth comment. I think that you should write more on this topic, it might not be a taboo subject but generally people are not enough to speak on such topics. To the next. Cheers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti