Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Più di un centinaio di tartarughe marine appaiono morte sulle spiagge del Messico ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


In poco più di un paio di settimane, 113 tartarughe marine sono apparse morte su un tratto di spiaggia di 30 km sulla costa del Pacifico del Messico, vicino al confine con il Guatemala. Finora, le autorità non sono a conoscenza della causa di questo fenomeno; tuttavia, è stato possibile identificare tre diverse specie, tutte catalogate in pericolo di estinzione.

Tartaruga verde oliva

Del totale, 102 tartarughe appartenevano alla specie Lepidochelys olivacea .

Secondo una dichiarazione del Procuratore federale per la Protezione Ambientale (PROFEPA), fino al 13 agosto, 102 tartarughe morte erano Olive Ridley ( Lepidochelys olivacea ), 6 tartarughe embricate ( Eretmochelys imbricata ) e 5 tartarughe nere ( Chelonia agassizii ) . Questo organo del governo messicano considera le tre specie sotto minaccia critica.

Gli animali, maschi e femmine, erano tutti adulti e avevano diversi gradi di decomposizione. PROFEPA pratica necropsie su alcuni di questi campioni e raccoglie campioni di tessuto per determinare la causa della morte.

Queste morti hanno cominciato a registrarsi il 24 luglio di quest’anno, data in cui sono state trovate 26 tartarughe nella piccola cittadina turistica di Puerto Arista, nello stato del Chiapas. Nei giorni seguenti, sono state scoperte altre tartarughe morte nella stessa zona.

Il probabile responsabile.

Esperti della fauna selvatica sospettano che alcuni potrebbero essere morti a causa delle attività di pesca nella zona . Diverse delle tartarughe che sono state trovate il 24 luglio presentavano ferite apparentemente causate da ami o reti da pesca, secondo PROFEPA.

L’area costiera di Puerto Arista fa parte di un santuario marino protetto, ma occasionalmente le tartarughe marine vengono catturate dalle reti da pesca e finiscono per affogare. Il 2 agosto, le autorità hanno avuto un incontro con i pescatori locali e hanno chiesto loro di praticare tecniche responsabili che garantiscano la protezione delle specie oceaniche.

Sono stati inoltre raccolti campioni di acqua per verificare la presenza di tossine dalle alghe . Sulla costa del Golfo della Florida, negli Stati Uniti, la proliferazione di dinoflagellati dannosi ha generato una marea rossa, responsabile della morte di centinaia di pesci, mammiferi marini e tartarughe marine. Pertanto, PROFEPA non esclude che una tossina simile possa aver causato la morte delle tartarughe trovate sulla costa del Pacifico messicano.

Hits: 4

2 thoughts on “Più di un centinaio di tartarughe marine appaiono morte sulle spiagge del Messico

  1. I like the valuable info you provide in your articles. I will bookmark your blog and check again here frequently. I am quite sure I’ll learn many new stuff right here! Good luck for the next!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti