Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


La storia di Halloween ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


In una dichiarazione rilasciata nel 2009, il Vaticano ha condannato Halloween come una pericolosa vacanza piena di vari elementi anticristiani. Dopotutto, si dice molto, ma pochi esaminano in dettaglio i significati e le origini della festa .

halloween_portada

Sin dai tempi antichi, abbiamo osservato che molte delle feste popolari ruotano intorno agli opposti che governano il mondo. Uno degli esempi più chiari di questo accade con il carnevale, che precede l’intero periodo di dimissioni della Quaresima. Nel caso di Halloween, per un bel po ‘ di tempo, il Festival si svolge un giorno prima della ” Festa di Tutti i Santi ” e, quindi, l’espressione, il suo nome è stato ispirato, come potete vedere qui sotto.

Poiché il 1 ° novembre ha un valore sacro estremamente positivo, i Celti, popoli antichi che abitavano nelle isole britanniche, credevano che il mondo fosse minacciato alla vigilia della data dalla presenza di terribili demoni e fantasmi. In questo modo, “Halloween” è nato come preoccupazione simbolica in cui il festival, circondato da personaggi strani e rari, aveva l’obiettivo di rimuovere l’influenza degli spiriti maligni che minacciavano i raccolti.

Nel processo di occupazione delle terre europee, le popolazioni pagane hanno adottato questa influenza culturale nel pieno sviluppo del cristianesimo. All’inizio, i cristiani hanno celebrato tutti i santi nel mese di maggio. Tuttavia, intorno al nono secolo, la Chiesa promosse un cambiamento in modo che il festival sacro fosse trasferito al 1 ° novembre. In questo modo, i barbari convertiti al cristianesimo avrebbero ricordato la festa cristiana in sostituzione della vecchia e ben radicata festa di Halloween.

fantasmi di Halloween

A causa di questa relazione intrinseca con il mondo degli spiriti, in seguito Halloween fu associata alla figura delle streghe e della stregoneria. Nel Medioevo divenne un fenomeno ancora più ricorrente in quanto la Santa Inquisizione perseguitò e accusò diverse persone di praticare la stregoneria. Allo stesso modo, anche i morti divennero comuni in questa celebrazione, grazie al fatto che appartenevano alla stessa realtà eterea.

Tra tutti gli esseri dell’aldilà, spiccava la vecchia leggenda di Stingy Jack . Secondo questa storia irlandese, questo alcolizzato avrebbe invitato il diavolo a bere ad Halloween. Dopo aver bevuto un sorso, lo scaltro Jack ha convinto il diavolo a trasformarsi in una moneta e quindi essere in grado di pagare il conto del bar. Tuttavia, invece di pagare il debito, Jack ha incastrato la moneta in un crocifisso.

Per liberarsi della sua prigione, il Diavolo accettò un accordo in cui prometteva di non disturbare mai Jack. In questo modo, il demone è stato rilasciato e mai più infastidito l’uomo. Tuttavia, Jack morì e fu respinto alle porte del paradiso per aver fatto un patto con il diavolo. Quando discese all’inferno, fu respinto anche dal diavolo grazie all’accordo che avevano. Vedendo che Jack era solo e perso, il demone gli diede una rapa con carbone che serviva da torcia.

zucca di halloween

All’arrivo in Nord America, gli irlandesi hanno adattato la festa di Halloween cambiando la lanterna di Jack per una zucca illuminata con tratti umani. I costumi e le maschere, così popolari tra i partecipanti alla festa, sarebbero un modo per evitare di essere riconosciuti dagli spiriti che vagano in questo giorno. Attualmente i costumi vengono usati dai bambini che bussano alle porte chiedendo dolci invece di qualche scherzetto contro il proprietario della casa.

In effetti, la celebrazione di Halloween evoca una serie di antichi valori della cultura barbarico-cristiana che si forma nell’Europa medievale. A quel tempo, diverse altre celebrazioni celebravano il processo del movimento mondiale sottolineando gli opposti che costituivano il mondo stesso. Nel gioco delle opposizioni simboliche, più del valore di una semplice lotta, l’uomo finisce per visualizzare l’alternanza e la trasformazione degli elementi centrali della vita.

Curiosità.

Tradizione celtica

La celebrazione è una tradizione degli antichi Celti e inizialmente commemorò la festa di Shamhain , una parola che non significa una maledizione: era semplicemente il periodo in cui l’estate finiva. L’evento ha anche celebrato la fine del terzo e ultimo raccolto dell’anno, l’inizio dell’accumulo di forniture invernali, il ritorno delle mandrie dai pascoli e il rinnovamento delle leggi celtiche.

Svelare la parola.

Infatti, Halloween è la “sigla” dell’espressione “tutti i santi pari”, che significa “notte di tutti i santi”.

Perché questa data?

Oltre a quanto sopra, ci sono diverse teorie che spiegano la commemorazione di Halloween il 31 ottobre. Alcuni dicono che fu uno dei giorni di riposo delle streghe nel calendario celtico, mentre altri credono che sia il momento della morte e della risurrezione della terra .

Dalla celebrazione celtica a Halloween

Roma è persino venuta a celebrare Halloween alcune volte prima del cristianesimo, ma poi la festa è stata etichettata come pagana e messa al bando dalla Chiesa cattolica, che ha soprannominato la celebrazione come il giorno delle streghe .

Il gatto nero.

I poveri gatti neri hanno fatto una pessima reputazione grazie alle antiche leggende. In essi affermavano che le streghe venivano trasformate nell’animale di colore nero e, per contribuire ancora di più a questo mito, alcune persone credevano che i gatti fossero gli spiriti dei morti, ma non tutto è perduto; Attualmente, il gatto nero è diventato un simbolo di capacità di meditazione, riconoscimento spirituale, autostima, indipendenza e libertà.

Calderone, ragni e pipistrelli.

decorazione di Halloween

Ci sono quelli che credono nei significati nascosti di questi oggetti di Halloween.

  • Le candele indicano il percorso verso gli spiriti.
  • Il calderone fa parte della cultura celtica ed è stato un elemento fondamentale nella decorazione. All’interno di queste, mettevano delle monete con collocati dei  messaggi con richieste agli spiriti. Alla fine della festa, queste monete dovevano essere raccolte e donate a coloro che ne avevano bisogno. Mentre i messaggi dovevano essere bruciate in modo che gli ordini fossero risolti con maggiore prontezza.
  • Il ragno simboleggia il destino. Il centro del tessuto rappresenta il supporto per andare avanti.
  • Il pipistrello simboleggia la chiaroveggenza, perché l’animale cattura i campi magnetici grazie alla propria sensibilità ed energia, andando oltre le forme e le apparenze.

Una ricca tavolozza di colori.

I colori arancione, nero e rosso non sono stati scelti casualmente per rappresentare la festa.

  • Arancione: un colore associato a vitalità, energia e forza. I Celti credevano che gli spiriti si avvicinassero a quelli che indossavano vestiti arancioni per succhiare la loro energia.
  • Nero: il colore predominante tra mago, streghe e maghe.
  • Rosso: simboleggia la magia presente in tutto il festival di Halloween.

Dolcetto o scherzetto?

costumi di halloween

La famosa frase ” dolcetto o scherzetto ? “Ha avuto anche le sue origini in Irlanda. Per celebrare la data, i bambini celtici andarono di casa in casa indossando costumi stravaganti e chiedendo forniture per le feste di Halloween in nome della dea Muck Pot . I Celti credevano che l’unico modo per placare gli spiriti del male era offrire cibo a questa divinità. Chi si rifiutava di aiutare subiva gli “scherzi” della dea. Attualmente, colui che applica la punizione sono i bambini stessi.

Hits: 8

One thought on “La storia di Halloween

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti