Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


8 curiosità sulla marijuana ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Ho pubblicato a volte contenuti relativi al tema della marijuana e a volte mi piace scherzarci. La situazione, invece di darmi fastidio, mi ha divertito perché non ho mai usato l’erba. Tuttavia, è impossibile ignorare l’enorme numero di utenti che la consumano e i benefici (in molte aree) che attribuiscono a essa. Ecco perché seguo regolarmente l’argomento. Ma ciò che ci interessa oggi sono 8 fatti curiosi sulla marijuana . Fatti e curiosità che pesano l’equilibrio sul lato degli innumerevoli benefici che sono ancora attribuiti alla famosa marijuana.

marijuana

Era patriottico coltivare marijuana.

Quando gli Stati Uniti erano composti da sole 13 colonie, una legge del 1619 RICHIEDE che gli agricoltori crescessero. La canapa , termine comune per la versione maschile della pianta (non psicoattiva), era usata per fare corde, vestiti e candele . Sia George Washington che Thomas Jefferson possedevano fattorie di canapa, persino Jefferson scrisse una bozza della Dichiarazione d’indipendenza sulla carta di canapa. Si dice anche che Betsy Ross, il creatore della bandiera americana, l’avesse fabbriccata con la canapa.

Il governo degli Stati Uniti l’ha usato per combattere i nazisti.

Durante il periodo di massimo splendore della seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti hanno prodotto un film intitolato ” Canapa per la vittoria “, elogiando i molti usi della canapa e incoraggiando gli agricoltori a coltivarla per aiutare nello sforzo bellico . L’esistenza del film è stata negata dal governo per molti anni fino al 1989, quando il difensore della marijuana Jack Herrer ha donato una copia su VHS alla Library of Congress. Ora è di dominio pubblico e può essere visualizzato su YouTube.

La marijuana medica esiste da migliaia di anni.

Nell’antica Cina, la pianta, nota come Ma , e i suoi usi come cibo, carburante, abbigliamento e medicine risalgono al 6000 aC. Tuttavia, il riferimento più antico esistente alla marijuana medicarisale al 2737 aC quando l’imperatore rosso Shen Nung scrisse il Classico delle radici e delle erbe del Divino Contadino , un elenco delle proprietà medicinali di diverse erbe, tra cui il Ma, per alleviare i reumatismi e il dolore di gotta. Entro l’anno 2 dC Hua Tuo viene ricordato per aver usato Ma-yo (la pianta femminile) e vino rosso come anestetico mentre eseguiva interventi dolorosi , tra cui innesti di organi e incisioni nella parte posteriore.

La marijuana fa bene ai polmoni

L’artista brasiliano Fernando de la Rocque usa il fumo di marijuana per fare arte . Quindi, un recente studio di 5.000 fumatori di marijuana da parte UCSF e l’University of Alabama ha mostrato che coloro che hanno fumato solo marijuana hanno avuto una maggiore capacità polmonare e un aumento della forza in espirazione rispetto a quelli che non l’hanno mai fumata. Un documento dell’UCLA del 2005 mostra anche che fumare marijuana può aiutare a prevenire il cancro ai polmoni . A differenza del tabacco, che contiene nicotina, un noto cancerogeno, la marijuana contiene cannabinoidi e THC, che sembrano scoraggiare il cancro. Oltre a questo è impossibile morire di overdose .

Da dove viene il nome di Marihuana? Nessuno lo sa

Ci sono molte speculazioni sulla provenienza del nome di marijuana . Il folklore sostiene che è un ibrido tra i nomi di Maria e Juana , termini gergali per una prostituta. Un’altra teoria è che deriva dalla parola maraguanquo , che significa “pianta inebriante”. Mentre una variante della parola apparve già nel 1873, la pianta era conosciuta soprattutto come cannabis o canapa. Non è stato fino alla demonizzazione della droga negli anni ’30 e ’40 (usata per sopprimere le minoranze) che la parola Marijuana era associata a “Brucia le gambe al diavolo”. Nel corso degli anni, sono stati coniati centinaia di soprannomi, tra cui erba, kush, wed, cuete, mota, ecc. Qual è il tuo preferito?

Perché la chiamano droga?

Un rapporto del governo degli Stati Uniti del 2007 stimava che 14,4 milioni di americani avevano fumato marijuana almeno durante un periodo di prova di un mese. Uno studio condotto nel 2006 ha suggerito che la marijuana è la coltura che produce la maggior quantità di denaro negli Stati Uniti. con $ 35,8 miliardi, ma questa cifra è stata contestata di recente, un rapporto la contrappone troppo mettendo l’importo a $ 2,1 miliardi. Il più grande produttore di marijuana al mondo è il Messico, seguito dal Paraguay. Ma chi sono i maggiori utilizzatori del farmaco ? Stati Uniti Secondo uno studio di Time, il 42% degli americani l’ha testato. Persino il presidente Obama ha fumato .

Il governo indiano dichiarò la marijuana innocua nel 1894.

Mentre l’uso della cannabis medicinale era principalmente nell’antica Cina, un gran numero di consumatori può essere trovato in tutta l’India. Era una sostanza comune, usata nelle cerimonie religiose e per aiutare a rilassarsi. Era spesso ingerito come una bevanda, bollita con noci e latte chiamato bhang. Faceva felici le persone, tanto che il governo coloniale britannico era preoccupato che potesse condurre alla follia della popolazione. Fu commissionato uno studio e pubblicato un rapporto The Indian Hemp Drugs Commission Report del 1894. Non solo giunse alla conclusione che l’uso corrente era innocuo, ma anche un divieto per la popolazione poteva essere più dannoso .

L’uso della canapa potrebbe salvare il nostro pianeta.

Gli usi della fibra della pianta stessa sono numerosi. Può essere trasformato in corda, carta, tessuti, tele, consumata come alimento, e i suoi semi possono essere utilizzati per generare combustibile. È anche buono per il pianeta. Uno studio condotto da McGill University of California stima che 1 1/2 a 1/2 3 milioni di acri di canapa industriale si sarebbe preso cura di tutte le nostre esigenze di petrolio . Inoltre, a differenza del tabacco, che distrugge il suolo dopo ogni raccolto, la piantagione di marijuana in realtà lo migliora. È legale in Uruguay, Perù, India e persino in Iran  dove viene coltivato per cibo / carburante. La legalizzazione genererebbe migliaia di posti di lavoro, ridurrebbe la fame nel mondo, ridurrebbe i gas serra e aiutarebbe le persone a far fronte con il dolore di AIDS, glaucoma e il cancro. Si scopre che il “viaggio” della pianta, è solo un ulteriore vantaggio.

Hits: 7

2 thoughts on “8 curiosità sulla marijuana

  1. Howdy very nice site!! Guy .. Excellent .. Wonderful .. I’ll bookmark your site and take the feeds also?KI am satisfied to seek out so many useful info here within the publish, we’d like develop more strategies on this regard, thank you for sharing. . . . . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti