Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Un giorno come oggi ma nel 1946 è nata la leggenda "Freddie Mercury" ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Se qualcosa che possiamo riconoscere a Freddie Mercury è che ha dato tutto sul palco, e i suoi spettacoli con i ” Queen ” sono stati l’apoteosi. La sua magnifica voce è una delle più riconoscibili nella storia della musica, e con essa ha potuto fare tutto ciò che voleva. Chi non ricorda il suo duetto con Montserrat Caballé , o le sue canzoni con il pubblico durante le sue esibizioni?

Risultati immagini per freddie Mercury gif
Immagine correlata

Ci sono poche persone nella storia che sono riuscite ad associare il loro nome alla loro figura nel modo in cui fece Freddie Mercury. È inevitabile e per dirlo bisogna evocare quell’uomo con gli occhi grandi, le sopracciglia cespugliose, i baffi che con una mano reggeva un microfono e con l’altra alzava il pugno in alto verso il trionfo. Il suo nome fa parte dell’iconografia popolare nello stesso modo in cui la sua musica fa parte del libro di canzoni universale.  Freddie Mercury ha segnato la cultura universale.

Immagine correlata

Quando è nato, 72 anni fa oggi, il 5 settembre 1946, Bomi e Jer Bulsara ebbero il loro primo figlio sulla lontana isola di Zanzibar – ora parte della Tanzania ma poi protettorato britannico .
Lo chiamarono “Fortunato” o “Felice”, secondo alcune traduzioni del nome Farrokh persiano. Anche se Freddie ha fatto pochi riferimenti pubblici alla sua origine asiatica, il suo sangue scorreva nelle sue vene ed è cresciuto tra le spiagge africane e le strade convulse di Bombay, dove ha frequentato una scuola durante la sua adolescenza che lo hanno segnato per sempre. 

La casa en la que vivió en Zanzíbar se convirtió en un museo en 2012.
La casa in cui ha vissuto a Zanzibar è diventata un museo nel 2012.

I suoi genitori nacquero in India ed entrambi praticavano lo zoroastrismo. Si trasferirono a Zanzibar quando a Bomi gli fu assegnato di servire come tesoriere del Segretario di Stato per le Colonie su quell’isola. Freddie fu mandato all’età di otto anni a Bombay per frequentare una scuola come stagista. Secondo il suo biografo Lesley-Ann Jones, Mercury ha subito una grande separazione dalla sua famiglia. Tuttavia, è stato alla scuola di St.Peter dove ha iniziato a mostrare il suo talento per la musica.
“Fin dall’inizio Freddie era musicale. Ha avuto la musica nella sua testa tutto il tempo. Avrebbe potuto suonare qualsiasi melodia”, ha detto sua mamma Jer in un’intervista al quotidiano britannico .
Freddie ha formato la sua prima band, The Hectics, e fu allora che i suoi amici cominciarono a chiamarlo Freddie, un nome che sarebbe diventato il suo marchio di fabbrica.

Nel 1963 la famiglia Bulsara dovette trasferirsi improvvisamente nel Regno Unito: a Zanzibar era sorta una rivoluzione per dichiarare l’indipendenza dell’impero britannico e fu allora che dovettero trasferirsi a Londra. La nuova residenza era situata a Feltham, alla periferia della capitale inglese. Freddie ha iniziato a studiare grafica ma non è riuscito a smettere di comporre canzoni. Secondo sua madre, ha scritto costantemente da quando era molto giovane. “Una volta sono andata nella sua stanza a Feltham e gli ho detto che avrei ripulito tutta la spazzatura compresi tutti quei fogli sotto il cuscino, ‘Non osare,’ ha detto,  aveva scritto canzoni e testi su pezzi di carta e li aveva messi sotto il suo cuscino prima di dormire. “

Nel 2016, Brian May ha partecipato all’omaggio a Feltham, quando la casa in cui ha vissuto durante la sua giovinezza è stata dichiarata patrimonio inglese

“A lui interessava molto di più della musica rispetto allo studio e mio marito si preoccupava perchè  non capiva cosa avrebbe fatto nella sua vita.
Gli ho mandato delle lettere per alcuni lavori ma dopo averle lette ha detto ‘spero di non essere in quei posti di lavoro’. Se fosse stato in una di quelle posizioni, le cose sarebbero state diverse “, ricorda la madre.

Risultati immagini per freddie Mercury gif

A quanto pare, i vicini hanno cominciato a lamentarsi dei rumori perché il giovane Freddie non aveva smesso di comporre. Fu allora che decise di trasferirsi da solo. E il suo stadio bohemien ebbe inizio. Ha venduto abiti usati e partecipato a spettacoli di gruppi in erba, come gli Smile, il gruppo formato da Brian May e Roger Taylor con Tim Staffle prima di diventare amico di Mercury.
Il resto è storia familiare: un giorno Staffle si dimise e gli altri membri del gruppo decisero di aggiungere Freddie, cercarono un bassista, John Deacon e nacquero i Queen.
Il primo recital si apriva per Mott the Hoople all’Hammersmith Odeon nel 1973. Bomi e Jer erano presenti a quel concerto. “È il mio ricordo preferito di lui, quel primo concerto ad Hammersmith Odeon, il mio ragazzo stava mostrando il meglio di sé.
Quando lo spettacolo finì, la gente venne a dire a me e a mio marito quanto eravamo bravi a sostenerlo. Ho detto, beh, è ​​mio figlio, il rock non fa parte del nostro stile di vita, ma per lui non mi importava e mi sono detta che avrei partecipato a ogni  suo concerto, è stato emozionante per me, era il 1973 e si stava vestendo in modo stravagante.
Gli avevo solo chiesto di tagliarsi i capelli, ma lui mi rispose ‘No, mamma, questo è quello che sono.’ “Poi ha iniziato a usare i capelli corti ed è venuto a dirmi: ‘Guarda, l’ho fatto, mi sono tagliato i capelli'”.

Risultati immagini per freddie Mercury gif

Nonostante quel personaggio stravagante e pretenzioso, nella sua vita privata amava la semplicità. Al culmine della sua carriera ha cercato di vivere il più normale possibile. La madre di Freddie Mercury non ha mai immaginato cosa sarebbe diventato “suo figlio”. Un aneddoto di quegli anni in cui la “Leggenda” stava ancora fermentando lo descrive così: Ha fatto l’esame di guida con grande entusiasmo, ma ha fallito. Quando tornò a casa, disse a sua madre: “Non mi interessa”. Sua madre gli disse che non avrebbe potuto passare la vita su un autobus. “Non mi interessa perché un giorno andrò da un posto all’altro con un autista ogni volta che ne avrò voglia.” Lei rise. Non capiva cosa intendesse.

Anni dopo, nel tributo per i 20 anni della sua morte, Jer, morta il 13 novembre 2016, all’età di 94 anni, ha riconosciuto: “Aveva un sogno e andò a cercarlo, sono orgogliosa del mio Freddie Dio lo amava così tanto, ecco perché lo ha portato via. ” Freddie Mercury morì il 24 novembre 1991 a causa di una complicanza derivante dall’AIDS. Ma i fan di tutto il mondo scelsero di ricordare il giorno della sua nascita, con una celebrazione che si chiamava “Freddie per un giorno” e che convoca i suoi seguaci in diverse città per vestirsi come il suo idolo per un giorno. Le collezioni dei diversi eventi andarono alla fondazione che gli eredi del musicista hanno creato per contribuire alla lotta contro l’AIDS.

Questo è quello che ho voluto raccontare del mio idolo, nel giorno del suo settantaduesimo compleanno, con gli occhi di una madre, Jer Bulsara che è scomparsa, lasciando un vuoto nei cuori di noi fan il giorno 13 Novembre 2016.

TANTI AUGURI FREDDIE MERCURY 

Hits: 20

2 thoughts on “Un giorno come oggi ma nel 1946 è nata la leggenda “Freddie Mercury”

  1. I am now not certain the place you’re getting your info, but good topic. I must spend a while finding out much more or understanding more. Thanks for great information I was searching for this information for my mission.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti