Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


E' morta Montserrat Caballé, la diva di tutti ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


E’ morta Montserrat Caballé, la diva di tutti

Freddie Mercury

“Mi è piaciuta l’opera e un giorno ho ascoltato Montserrat Caballé”. Per lui era chiaro che doveva incontrare questa donna con la voce incredibile. Le scrisse una lettera per chiedere un incontro. Montserrat Caballé accettò immediatamente e lo incontrò. Freddie era eccitato come un bambino piccolo, pensando a lungo e duramente a ciò che voleva che lei dicesse. Ma quando improvvisamente se la trovò davanti, tutto quello che disse fu, “Canta, ho già scritto alcune canzoni qui.” Montserrat Caballé rispose che anche lei aveva un desiderio: “Cantare con lui una canzone sulla sua città natale, Barcellona”. Ed è esattamente ciò che Freddie fece, iniziò un’amicizia stretta tra le due voci più importanti del 20 ° secolo. In realtà, entrambi non avrebbero potuto essere più diversi, ma forse quello era esattamente ciò che li collegava. Il soprano è morta all’ospedale Sant Pau di Barcellona, ​​dove era stata curata per problemi alla cistifellea da settembre. È morta oggi nelle prime ore del mattino all’età di 85 anni.

Immagine correlata

Montserrat Caballé

Non solo muore una grande voce, ma anche una persona con un’enorme umanità. Chi ama l’opera, Freddie può capire perché fosse così affascinato da lei. Una voce così profonda – chiunque la sentiva, ne rimaneva incantato. Ha vissuto ciò che ha cantato.  Era così vicina alle persone, ma non come una diva. Una donna piena di umorismo. Così semplice, lo dimostrava anche il fatto che Montserrat è rimasta fedele a Barcellona fino alla sua morte. E diede a Freddie ciò che aveva sempre desiderato: cantare un’opera. Molti avevano sorriso a Freddie e avevano detto che era un pazzo. I media avrebbero voluto demolirlo, ma Montserrat Caballé aveva tenuto una mano protettiva su di lui non solo la sua mano stretta in quella di Freddie al concerto leggendario. Freddie era già gravemente malato, quando Montserrat gli chiese perché non l’avesse abbracciata come faceva sempre, le disse che aveva l’AIDS e non voleva farlo, Montserrat lo abbracciò stretto e lo trattenne tra le sue braccia.

L’album “Barcelona”

Il 25 luglio del 1992, si svolsero le Olimpiadi in Spagna. Ma Freddie non visse abbastanza per vederle. È morto il 24 novembre 1991. La canzone “Barcelona” non era mai stato scritta per quella Olimpiade, ma come già accennato, su richiesta di Montserrat Caballe venne trasmessa come ringraziamento per la loro casa. L’album “ Barcelona“era stato pubblicato nel 1988.

Montserrat è nata il 12 aprile 1933 nel distretto di Gràcia a Barcellona in una famiglia povera. Sua madre le diede la sua prima educazione musicale. Ricevette una borsa di studio e studiò al Conservatorio di Liceo di Barcellona con Eugenia Kemeny, Conchita Badia e Napoleone Annovazzi.

Caballe si laureò nel 1954 in una prova finale ricca di eventi in cui perse conoscenza dall’emozione. Il suo primo debutto operistico a La Serva Padrona  al Teatro Principal di Valencia fu il 27 giugno 1955, sotto la direzione di Napoleone Annovazzi. Al Lyceum e debuttò il 7 gennaio 1962 con  Arabella. 

Seguirono molte esibizioni nei teatri d’opera. Ma il suo più grande successo fu dovuto a una coincidenza. Il 20 aprile 1965 rappresentò la malata Marilyn Horne alla Carnegie Hall di New York.  Il  New York Times scrisse  allora che la sua voce era una combinazione della leggendaria Maria Callas e Renata Tebaldi. Questo complimento fu l’inizio di una grande carriera.

Collaborò con direttori d’orchestra come Herbert von Karajan, Zubin Mehta e Claudio Abbado e fu particolarmente affezionata al connazionale Plácido Domingo e all’italiano Luciano Pavarotti. “Pavarotti era come un padre per me”,disse in un’intervista. Collaborò anche con Leonard Bernstein .

Dopo la sua apparizione con Freddie Mercury,  si formò 
 dal 1992 al 2003, Pavarotti & Friends , con Pavarotti che cantò con molti artisti di vari  generi musicali. 

Montserrat  non ha mai voluto essere una diva. Era ciò che era – una persona amorevole e generosa che faceva ridere gli altri e incantava il mondo con la sua incredibile voce.

Nel maggio 1987, Freddie Mercury realizzò un sogno a lungo amato e si esibì con l’acclamata cantante lirica spagnola Montserrat Caballé nel “Ku Club” di Ibiza. A ottobre, il singolo apparse insieme all’inno di  Barcellona , che fu selezionato nel 1992 dal NOK come una melodia tematica per i Giochi Olimpici di Barcellona.

Nel 1988, l’album  Barcelona è apparso  come un progetto congiunto Mercury Caballé. Tutti i titoli furono scritti da Freddie Mercury e Mike Moran. I testi di  The Fallen Priest  e  The Golden Boy  erano di Tim Rice, di  Ensueño  di Montserrat Caballé. Le canzoni sono, sia drammatiche o piuttosto malinconiche-romantiche. L’album fu solo quattro settimane nelle classifiche britanniche e raggiunse il numero 24. Ma nel pubblico dei concerti di Montserrat Caballé aumentarono notevolmente i fan di Mercury.

Immagine correlata

Come puoi vedere, anche gli album che non finiscono nelle prime classifiche mantengono un valore incredibile. È una canzone che unisce Freddie Mercury e Montserrat Caballé. Abbiamo tutti creduto nella loro amicizia e “Barcelona” sarà sempre nei nostri cuori.

Cara Montserrat Caballé, grazie per tutto ciò che ci hai dato. Grazie anche per aver dato a Freddie l’opportunità, anche se molti ne dubitavano. Ci mancheranno le tue risate e il tuo calore. 

Ora sappiamo che il duo migliore è in cielo.

“Non sono né ora né ero una diva prima … Sono solo Montserrat.”

E noi ti diciamo ” Grazie “.

Hits: 267

2 Comments

  • zvodret iluret 18/10/2018 at 6:44

    I’m really enjoying the design and layout of your blog. It’s a very easy on the eyes which makes it much more pleasant for me to come here and visit more often. Did you hire out a designer to create your theme? Outstanding work!

    Reply
  • furtdso linopv 19/10/2018 at 5:29

    You have brought up a very excellent points, thankyou for the post.

    Reply

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti