Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Come hanno fatto i vichinghi a onorare i loro morti? ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Come hanno fatto i vichinghi a onorare i loro morti?

 I vichinghi hanno segnato la loro storia sanguinosa ma breve sulla storia centinaia di anni fa, attraverso il loro stile di vita nomade e le loro pratiche selvagge di stupro, saccheggio e conquista di qualsiasi cosa o chiunque abbia attraversato il loro cammino. Questi nomadi erano spesso visti come selvaggi mentre viaggiavano attraverso l’Europa, ma i Vichinghi tenevano in grande considerazione la vita (e la morte) dei loro compatrioti.

Quindi, come hanno onorato i loro morti? Inchiodare i rituali esatti dei funerali vichinghi è difficile, in quanto hanno mantenuto pochi resoconti scritti della loro vita e della loro morte, ma grazie ad alcuni conti rimanenti e ai resti archeologici rinvenuti in gran parte dell’Europa, è possibile far risorgere alcuni dei loro tradizioni funebri.

Vista del sito di sepoltura vichingo Anundshog, a Vasteras, in Svezia.  (Credit: Rose-Marie Murray / Alamy Foto d'archivio)
Vista del sito di sepoltura vichingo Anundshog, a Vasteras, in Svezia. 

La maggior parte dei vichinghi venivano mandati nell’aldilà in due modi: cremazione o sepoltura.

La cremazione (spesso su una pira funeraria) era particolarmente comune tra i primi vichinghi, che erano ferocemente pagani e credevano che il fumo del fuoco avrebbe aiutato a portare il defunto nella loro vita ultraterrena. Una volta cremati, i resti potevano anche essere sepolti, di solito in un’urna.

Sia per i resti e i corpi cremati, i luoghi di sepoltura variavano molto, dalle tombe scavate poco profonde (spesso usate per donne e bambini) ai tumuli sepolcrali che potevano contenere più corpi e raggruppamenti di tumuli o “campi tombali” che svolgevano più o meno lo stesso ruolo di cimiteri.

Il più grande sito di sepoltura in Scandinavia ha oltre 600 tombe risalenti all'età del ferro germanica e al periodo vichingo.  Ogni cerchio di pietre designa un luogo di sepoltura per l'uomo che ha avuto un merito nella comunità.  A nord di Alborg, in Danimarca.  (Credito: Ted Spiegel / Getty Images)
Il più grande sito di sepoltura in Scandinavia ha oltre 600 tombe risalenti all’età del ferro germanica e al periodo vichingo. Ogni cerchio di pietre designa un luogo di sepoltura per l’uomo che ha avuto un merito nella comunità. A nord di Alborg, in Danimarca. 

Nella mitologia norrena, le barche simboleggiavano il passaggio sicuro nell’aldilà sullo stesso vascello che aiutava i loro viaggi nella vita, così svolgevano un ruolo chiave nei riti funebri. Alcuni tumuli tombali furono costruiti per assomigliare alle navi, con pietre usate per delineare la forma della nave. Per gli altri Norsemen di alto rango, gli onori si spinsero oltre, e furono sepolti con le loro vere barche.

Ma questi tipi di elaborati funerali in barca non erano riservati ai soli uomini. Una delle più stravaganti sepolture in barca onorò due donne, che probabilmente morirono intorno all’834 d. Conosciuta come la “nave di Oseberg”, è uno dei manufatti vichinghi più perseveranti. Mentre i Vichinghi erano conosciuti per l’artigianato che andava nelle loro navi in ​​generale, le dimensioni e il dettaglio dell’Oseberg erano eccezionali. Lunga 21 metri e larga quasi 5 metri, la nave aveva 15 remi su ciascun lato, un albero di pino alto più di 9 metri, ed era abbastanza spazioso da contenere 30 persone.

Lo scavo della nave Oseberg, una nave vichinga usata come camera funeraria di una donna importante nell'834 d.C.  Fu scoperto in una fattoria a Vestfold, in Norvegia nel 1904. (Credit: Hulton Archive / Getty Images)
Lo scavo della nave Oseberg, una nave vichinga usata come camera funeraria di una donna importante nell’834 d.C. Fu scoperto in una fattoria a Vestfold, in Norvegia nel 1904.

Ma contrariamente alla credenza popolare, le imbarcazioni funerarie venivano inviate raramente in mare, probabilmente perché il costo di costruire queste leggendarie barche a vela era proibitivo. Quindi è improbabile che ci siano state molte navi che salparono e che sono state colpite da frecce infuocate sparate dalle rive.

Indipendentemente da come il corpo è stato smaltito, alcuni rituali sono rimasti quasi costanti. Il corpo era drappeggiato con abiti nuovi preparati appositamente per il funerale, e si teneva una cerimonia con canzoni, canti, cibo e alcol. Tributi e doni, noti come “beni gravi” e di solito di uguale valore per lo stato del defunto, furono seppelliti o bruciati insieme al destinatario. Queste merci erano in linea, dalle armi ai gioielli agli schiavi. Un sito vichingo a Flakstad, Norvegia, conteneva corpi multipli (alcuni decapitati) in un’unica tomba. Basandosi sull’analisi delle loro diete e del loro DNA, fu determinato che erano probabilmente schiavi, che erano stati sacrificati per trascorrere l’eternità con i loro ex padroni. Le donne venivano spesso assunte come schiave del sesso come parte della cultura vichinga, quindi l’idea che sarebbero state sacrificate con il loro maestro è fattibile.

E secondo un rapporto basato sui resoconti del viaggiatore del Medioevo Ahmad ibn Fadlan, un’istanza del funerale di un capo vichingo comprendeva una schiava sacrificale che era stata costretta a bere grandi quantità di alcool, con grandi quantità di alcol, poi violentata da ogni uomo nel villaggio come omaggio al defunto. Da lì, fu strangolata con una corda, pugnalata da una matriarca del villaggio (conosciuta come l’Angelo della Morte), quindi posta nella barca con il suo maestro e incendiata.

Titolo segnaposto immagine

Hits: 30

2 Comments

  • furtdso linopv 17/10/2018 at 6:57

    I have not checked in here for a while as I thought it was getting boring, but the last few posts are good quality so I guess I will add you back to my everyday bloglist. You deserve it my friend 🙂

    Reply
  • zvodret iluret 18/10/2018 at 0:01

    Those are yours alright! . We at least need to get these people stealing images to start blogging! They probably just did a image search and grabbed them. They look good though!

    Reply

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti