Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Bohemian Rhapsody:Rami Malek è colui che canta nel film? ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Se imitare i gesti, gli sguardi e la splendida personalità di Freddie Mercury è già una sfida quasi irraggiungibile di per sé, chi potrebbe osare cantare come lui? Con la sua voce estesa è il cantante più iconico della band Queen. Abbiamo solo bisogno di pochi secondi per riconoscerlo, perché c’è qualcosa in esso che lo rende unico. E, in tal senso, “Bohemian Rhapsody” ha raggiunto l’impossibile: mettere insieme una solida strategia per farci credere che attraverso la bocca del suo attore, Rami Malek, arriva il tono inconfondibile di uno dei più grandi showman della storia della musica.

La domanda è: come sono riusciti a farlo? Ed è che, quando il film si concentra su registrazioni in studio o concerti dal vivo, possiamo dedurre che non sarebbe stato estremamente difficile montare le tracce audio. Ora, non è così facile trovare le giunture al suono nei campioni di virtuosismo di Malek tra saggi e scene intime. E, lì, c’è un nome in codice: Marc Martel. Sebbene, come ho già detto, nessuno possa imitare la grandezza di Freddie Mercury, questo cantante canadese si avvicina a lui. E molto:

Martel, un cantante rock noto per quella voce così simile a quella di Mercury, ha collaborato al suono del film, dove ha fuso la sua voce con quella del protagonista (e, ovviamente, con l’originale) per creare un’illusione sonora assolutamente convincente

Questo non significa che Malek non abbia dovuto lavorare sodo su quell’aspetto della sua esibizione. “La gente ascolterà principalmente Freddie, e un po ‘Marc e me”, ha spiegato. “Tuttavia, non sapevo come avrebbero usato le voci, quindi ho dovuto cantare ogni giorno a squarciagola”, ha ricordato il protagonista, che ha anche dovuto imparare a suonare il piano per realizzare le sue scene nel modo più realistico possibile.  In seguito, la post-produzione farebbe il resto della magia.

Senza dubbio, la magia della musica dei Queen continua ad abbagliare il mondo. 

Hits: 52

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti