Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Cannibali russi di Krasnodar ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Cannibali russi di Krasnodar

Alcune segnalazioni di crimini in tutto il mondo vengono a causarci sorpresa e incredulità. Sia attraverso i giornali, Internet, televisione o radio, la notizia arriva a noi ed è inevitabile pensare: è vero? È possibile che un essere umano abbia avuto il coraggio di commettere atti così brutali e privi di empatia? Sfortunatamente, quando attraversi la vita c’è qualcosa che non dovrebbe mai essere sottovalutato: la capacità di alcuni individui di compiere atti di disturbo sadico .

coppia di Dmitry e Natalia Baksheev

Dmitrij e Natalia Backsheev sembravano un matrimonio perfettamente normale.

Quando vediamo il male che una persona può arrivare a possedere, commettendo atti in cui l’orrore supera la comprensione, se non ci fermiamo a pensare un po ‘, tendiamo a cercare una spiegazione nelle forze soprannaturali. Di per sé, l’idea che un membro della nostra specie possa diventare così crudele sembra ripugnante.

Ciò è accaduto con un caso che la stampa in Russia copriva ampiamente. Una serie di fatti che ci fanno pensare se gli umani non hanno un limite o semplicemente toccano il fondo.

Un cellulare smarrito.

Questa storia inizia con un evento totalmente banale: la perdita di un telefono cellulare. Il dispositivo è stato dimenticato in una pensilina dell’autobus ed è stato trovato da un equipaggio di operai che ha effettuato le riparazioni in strada l’11 settembre 2017.

L’accesso ai contenuti del telefono è stato completamente esposto, senza alcun blocco, in modo che i lavoratori hanno deciso di controllare il contenuto nella speranza di trovare le informazioni che avrebbero portato al proprietario. Sono state le buone intenzioni di queste persone che hanno permesso la scoperta scioccante.

Macabre scoperte.

Memorizzati sulla scheda di memoria di questo telefono cellulare, hanno trovato decine di fotografie di una coppia che ha proposto in vari modi di fotografarsi  a quanto pare con dei cadaveri umani . Si trattava di selfie in cui lo stesso uomo o la stessa donna posavano di fronte a corpi terribilmente mutilati.

caso dei canibali russi

In una di queste immagini, forse la più terrificante, la testa di una donna era stata appoggiata su un vassoio e decorata con frutti in giro. In un altra foto, come se fosse un film dell’orrore, la coppia sorrideva mentre guardava un corpo smembrato disposto su un tavolo apparecchiato. Anche l’uomo apparve con una mano mozzata in bocca mentre teneva in mano un coltello da macellaio.

Oltre alle immagini di questa coppia che interagivano con i resti, c’erano anche fotografie di arti amputati avvolti in fogli di alluminio e conservati in un congelatore : piedi e mani che modellavano una macabra collezione di trofei. I dipendenti erano terrorizzati e hanno deciso di dare avviso alla polizia.

Natalia e Dmitry Backsheev .

Le forze dell’ordine non ci hanno messo molto a trovare i responsabili. Il telefono era di proprietà di un uomo di 35 anni di nome Dmitry Backsheev che vive nella città di Krasnodar , in una regione nel sud della Russia. Backsheev non aveva alcun tipo di casellario giudiziario e lavorava come guardiano presso l’accademia militare dell’aviazione nella zona.

Cannibale russo

Dmitry e Natalia Backsheev.

Era sposato con Natalia Backsheev , una donna di 42 anni che lavorava come assistente infermieristica nella stessa accademia di suo marito. Vivevano in un appartamento in via Dzerzhinskogo, in un quartiere tipico come tutti i Krasnodar.

La polizia ha stabilito un collegamento tra queste fotografie e una scoperta fatta parecchie settimane prima, del cadavere di una donna che era stata recisa e gettata in un campo di addestramento appartenente all’accademia militare. Questo corpo è stato smembrato da un criminale che ha disposto i frammenti in una borsa e in un sacco. Tuttavia, alcune parti mancavano.

La teoria era che era stato il lavoro della mafia russa che operava a Krasnodar, le cui azioni sono spesso particolarmente crudeli e violente. Tuttavia, con le prove trovate sul cellulare, tutto indicava Natalia e Dmitrij.

L’appartamento della perversione.

Un gruppo di agenti delle forze dell’ordine composto da agenti di polizia e detective ha chiesto il sostegno di soldati pesantemente armati per perquisire la casa dei presunti colpevoli. Quando bussarono alla porta, Dmitrij aprì senza resistenza e li fece entrare. L’uomo si era appena svegliato, indossava una felpa e la verità è che non mostrava alcun tipo di nervosismo.

Quando gli hanno mostrato l’ordine e spiegato la ragione della presenza della polizia, ha semplicemente sorriso e poi ha detto loro che quello che stavano cercando era in cucina . Mentre i soldati lo osservavano nel soggiorno, i detective non potevano credere alle macabrevoli prove che lo confermavano come l’assassino di quella donna smembrata. 

Oltre ai resti appartenenti alla donna trovata nel campo militare, ce n’erano molti altri. Tutti erano stati accuratamente imballati in contenitori di plastica o alluminio e ordinati in un congelatore. In uno dei compartimenti hanno trovato una serie di teste umane mummificate, in un altro hanno trovato dita, mani, genitali e altri frammenti di anatomia umana .

Dzerzhinskogo a Krasnodar, in Russia

Il quartiere Dzerzhinskogo a Krasnodar, in Russia.

Due grandi vasi di vetro nel frigorifero mostravano un’altra serie di resti umani conservati nell’aceto. Alla domanda su quante vittime abbia ucciso, Dmitry ha risposto che ha iniziato a uccidere dal 1999 e non ha tenuto traccia dei suoi crimini. Alla fine, non esitò nemmeno quando rispose: ” Li ho mangiati “.

Tentativo di fuga

Natalia tornò dal lavoro mentre la casa veniva perquisita, cercò di fuggire ma finì per intrappolarla. La portarono all’appartamento e la misero accanto a suo marito. A differenza di Dmitry, che era rimasto zitto durante l’interrogatorio, Natalia reagì nel peggiore dei modi e dovette essere ammanettata. Mentre tremava freneticamente, ha urlato che gli agenti non avevano il diritto di essere a casa e che dovevano andarsene.

Di fronte alle macabre scoperte, la donna cercò di scappare gettandosi dalla finestra, ma riuscirono a tenerla. Durante l’intero viaggio alla stazione di polizia locale, Natalia ha cercato di mordere la polizia fino a quando un medico le ha dovuto applicare un sedativo.

Le prove del cannibalismo.

In quel piccolo appartamento, la polizia hanno scoperto le prove . Hanno trovato pentole sporche e friggitrici, coltelli da macellaio mal lavati e altri reperti – tra cui un tosaerba elettrico era probabilmente utilizzato in cucina. in Camera hanno trovato diversi nastri, riviste e giocattoli per adulti così come teschi e altre ossa umane deposte in una borsa da ginnastica .

Dmitry Baksheev coltelli

All’interno di una scatola trovarono un’altra testa mummificata, parrucche, cappelli e occhiali scuri. Il bagno, dove si percepiva un forte odore di medicina, rivelava una fiala e ampolle di Corvalol, un potente tranquillante e rilassante muscolare a base di fenobarbital commercializzato in Russia. La sostanza era stata rubata dall’infermeria dove Natalia lavorava all’accademia militare. Diverse droghe illegali sono state trovate in uno dei cassetti.

Sul computer, la polizia ha trovato centinaia di documenti fotografici simili a quelli scoperti sul cellulare di Dmitri. Trovarono immagini di piatti preparati con carne umana, foto della coppia in scene sessuali circondate da resti umani e le prove inquietanti del loro cannibalismo . Inoltre, un file intitolato ” Video lessons for cannibals ” è stato trovato in una cartella , un contenuto che circolava nel Deep Web dove c’era una ricetta per questo tipo di essere umani disturbati.

Le confessioni di Dmitry Backsheev.

Una volta alla stazione di polizia, furono separati e portati in prigione. Natalia continuava a urlare, ordinando a suo marito di non dire nulla finché non fosse arrivato l’avvocato. Tuttavia, non appena entrò nella stanza degli interrogatori, Dmitrij rilasciò tutta la zuppa. Sembrava eccitato di essere in grado di tirare fuori la sua terrificante storia .

Inizialmente ha confermato l’omicidio e lo smembramento della donna trovata nel campo di addestramento. Ha chiarito che le fotografie trovate sul cellulare avevano una settimana, quando hanno deciso di preparare i resti da mangiare in una celebrazione per un aumento che aveva ricevuto al lavoro . Dmitrij non conosceva la vittima, l’aveva attirata e le aveva dato della droga che era stata mescolata con il suddetto Corvalol.

Quando la donna cadde sotto gli effetti del farmaco, le tolse la vita macellandola. Senza perdere tempo, smembrò il corpo, tenne i pezzi che gli  interessarono  (testa, mani e una parte del polpaccio) e si liberò del resto. Ricercatori scioccati hanno scoperto di aver fatto lo stesso dal 1999 .

Il modus operandi dei cannibali.

Dmitry dispensò il consiglio di un avvocato e cominciò a parlare senza fermarsi per più di quattro ore. Ha rivelato dozzine di crimini e, secondo le sue stesse stime: ” aggiunse che le vittime avevano più di 15 e meno di 30 anni “. Il modus operandi ebbe successo e quindi non cambiò durante questi 18 anni, era solito attirare vittime offrendo loro drogheillegali o che aveva ottenuto nell’accademia.

Dmitry ammanettato

Dmitry il giorno del suo arresto nel settembre 2017.

Natalia aveva le conoscenze essenziali sul funzionamento di queste sostanze a cui aggiungeva alcune dosi per neutralizzare le vittime. Quando perdevano conoscenza, Dmitrij le uccideva, di solito le soffocava con un sacchetto di plastica o le massacrava. Quindi procedeva allo smembramento e selezionava le parti che voleva sperimentare con le sue orrende pratiche culinarie.

Dmitry ha rivelato che l’idea di mangiare le vittime proveniva da Natalia , sulla base del fatto che potevano liberarsi dei corpi più facilmente. Tuttavia, i cannibali russi iniziarono a sviluppare un gusto speciale per il cannibalismo, convertendo così la convenienza della pratica in un motivo per continuare ad uccidere.

Il cannibale collegava i diversi modi in cui preparavano le parti in modo che acquistassero un sapore squisito. Tuttavia, ha chiarito che hanno mantenuto queste parti per eventi speciali, come ad esempio l’aumento di stipendio nel loro lavoro. Inoltre, usavano tenere alcune parti delle loro vittime come “memoria” .

Tuttavia, la parte più disgustosa dell’interrogatorio è arrivata quando Dmitrij ha confessato di aver ucciso e smembrato le vittime a Omutinski , una città rurale dove aveva vissuto prima di trasferirsi a Krasnodar. Il criminale aveva contatti con il proprietario di un macello e all’epoca lavorava come guardia in un allevamento di maiali.

Omutinski Russia

Omutinski

Dmitry riferì che tra il 2008 e il 2009, la coppia ha presentato una richiesta per avere l’autorizzazione a vendere i pranzi e gli spuntini (tra cui incluso una torta di carne macinata molto comune in Russia) in accademia aeronautica per fortuna era ancora in fase di revisione.

Ha anche confessato di essere a conoscenza della perdita del cellulare e che lo avrebbero scoperto se avessero esaminato il contenuto del telefono cellulare. Dmitrij non ha detto a Natalia che aveva perso il cellulare, invece ne ha comprato uno simile e ha fatto finta che nulla fosse successo. Disse che aveva paura della reazione della moglie e per questo preferiva nascondere la sua noncuranza.

Mentre Dmitrij rivelava tutti i suoi segreti, Natalia rifiutò di confessare. Simulò un attacco epilettico e quando il medico andò ad assisterla, cercò di fuggire di nuovo. Alla fine, hanno finito per trasferirla in un’unità psichiatrica per la valutazione,  la valutazione fu che aveva una perfetta salute mentale e cognitiva e che stava semplicemente cercando di farsi passare per pazza .

Le vittime

Le indagini della polizia russa si concentrano sull’ultimo omicidio per tenere prigionieri i cannibali russi. In futuro, con entrambi condannati per questo crimine, i pubblici ministeri intendono perseguire il matrimonio per gli altri omicidi in cui sono sospettati. Non vi è ancora consenso sulle vittime che potrebbero accumularsi durante la loro carriera criminale, ma si ritiene che il numero potrebbe superare le 30 vittime. Tutte erano elencate come disperse.

Posizione della città di Krasnodar in Russia

L’analisi preliminare dei resti trovati nell’appartamento ha permesso di stabilire l’identità di almeno 7 persone, altri sono stati identificati solo attraverso un test del DNA. Negli archivi di polizia di questa zona ci sono un gran numero di persone scomparse, che hanno scatenato una moltitudine di amici e parenti che stavano cercando di identificare i resti.

A Krasnodar si è diffusa la voce di un serial killer che attaccava persone nella regione, rivendicando vittime nelle vicinanze dell’accademia militare. Queste vittime erano di solito vagabondi, drogati o prostitute e, a causa della loro posizione sociale, i crimini non attiravano molta attenzione. 

Tutto suggerisce che la macabra carriera criminale dei cannibali di Krasnodar , come è stato soprannominato il matrimonio, si è conclusa. Entrambi sono isolati in un’area speciale della prigione dopo aver ricevuto minacce multiple. Ogni volta che Dmitry collabora apertamente con la polizia, sperano di mettere insieme un caso solido che porterà alla pena di morte o all’ergastolo per entrambi.

Hits: 31

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti