Gli archeologi dissotterrano nell'antico martello da ghiaccio di Thor ⋆ Il salotto delle parole

Gli archeologi dissotterrano nell’antico martello da ghiaccio di Thor

Gli archeologi dissotterrano nell’antico martello da ghiaccio di Thor

Un gruppo di archeologi islandesi ha scoperto quello che sospettano sia il martello di Thor – anche se è minuscolo. Si crede che questo martello sia un amuleto che i Vichinghi indossavano su un colletto al collo. Il piccolo amuleto di pietra con la forma del martello di Thor è stato scoperto nella valle Þjórsárdalur, a sud-est dell’Islanda.

amuleto martello thor

Questa scoperta è particolarmente sorprendente perché è il primo martello di Thor scolpito nella roccia che si trova in territorio islandese . Il luogo in cui è stato portato alla luce l’amuleto è stato scoperto dal residente locale Bergur Þór Björnsson, che ha guidato gli archeologi in questo sito precedentemente inesplorato. Secondo una recensione del portale di Iceland Review , il bisnonno di Björnsson avrebbe scoperto almeno venti fattorie dell’era vichinga nel 1920.

Tuttavia, Björnsson ha chiarito di aver trovato questo nuovo sito vichingo per puro caso. “Pensavo che fosse abbastanza lontano tra le rovine qui e ho iniziato a cercare”, dice.

fibbia sito archeologico viking

Anche questa fibbia è stata dissotterrata dallo stesso luogo in cui è stato trovato l’amuleto con la figura del martello di Thor.

Si ritiene che questo sito, chiamato Bergsstaðir in onore del suo fondatore e fosse una fattoria vichinga.

Bergsstaðir Islanda

Un particolare amuleto.

Secondo alcune pubblicazioni , il simbolo rappresentato nell’amuleto potrebbe essere il risultato di una mescolanza tra il cristianesimo e una religione pagana , perché nel momento in cui fu prodotto il martello, il cristianesimo si espandeva in queste regioni.

Manufatti vichinghi islanda

Inoltre, si ritiene che questa roccia scolpita a forma di martello di Thor fosse un amuleto che le persone portavano al collo. Gli archeologi hanno anche trovato altri tre oggetti sepolti, tra cui una placca di ferro, una fibbia e un temperino.

Anche se non è la più grande scoperta attuale di artefatti vichinghi in Islanda . L’anno scorso, nella parte settentrionale del paese , è stata scoperta una nave funeraria vichinga all’interno di uno scavo in un fiordo. Inoltre, nel 2015 una delle più grandi case dell’era vichinga è stata portata alla luce in territorio islandese, si trovava proprio sotto un parcheggio nel centro di Reykjavik.

Funerale delle navi vichinghe

Queste scoperte dell’era vichinga sono comuni in Islanda e in Scandinavia. Proprio in questo mese un’altra nave funeraria vichinga è stata scoperta utilizzando la tecnologia radar nel territorio norvegese.

Per quanto riguarda l’amuleto del martello di Thor e gli altri oggetti trovati nella valle Þjórsárdalur, sono stati portati a Reykjavik per la dovuta analisi nella speranza di trovare informazioni sulla loro età e origine. Gli scavi sono appena iniziati nel sito, quindi gli archeologi si aspettano che altri reperti vichinghi vengano dissotterrati dal suolo islandese.


Related Post

Hits: 28

Michela MuzzatiMichela Muzzati

Ciao a tutti, mi chiamo Michela e nel tempo libero faccio la blogger. Sono appassionata di film, serie tv e videogiochi, ma mi piace scrivere qualsiasi cosa attiri la mia curiosità. Ho una passione sfrenata per tre serie tv, The Walking Dead, Vikings e Breaking Bad, dove nel blog, puoi trovare diversi articoli. Il mio idolo in assoluto è Freddie Mercury, nel blog nasce una sua categoria. Ho una profonda stima per il giornalista Carmelo Abbate, mi piace definirlo, il mio maestro di vita e lo è. Da lui ho imparato molto, in particolare l'onestà e il rispetto su tutto quello che faccio. Non ho hobby, ma se seguire ogni suo programma, ogni suo scritto, ogni sua avventura, ogni sua ricetta, si può definire tale, allora il mio hobby è Chef Rubio, che amo profondamente. Spero che questo blog ti piaccia e ci aiuterai a divulgarlo, magari con una semplice condivisione dell'articolo che hai appena letto. Grazie a tutti e buona lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti