Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Hitler morì definitivamente nel 1945, conclude lo studio ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Hitler morì definitivamente nel 1945, conclude lo studio

In breve, il famigerato dittatore Adolf Hitler cessò di esistere nell’anno 1945, a Berlino, dopo aver ingerito cianuro o il danno causato da un proiettile nella sua testa, conclude uno studio condotto da un gruppo di ricercatori francesi che avevano accesso privilegiato ai frammenti dentali del fürer.

Adolf Hitler e Paul von Hindenburg

Adolf Hitler saluta Paul von Hindenburg.

“I denti sono autentici, non c’è dubbio. Lo studio dimostra che Hitler morì nel 1945 “, afferma il professor Phillippe Charlier. “Ora diventa possibile respingere tutte le teorie cospirative che pesano sul destino di Hitler. Non è mai fuggito in Argentina a bordo di un sottomarino. Non è nascosto in una base segreta in Antartide o nel lato oscuro della Luna. “

Lo studio , al quale hanno partecipato altri quattro ricercatori, è stato pubblicato pochi giorni fa sulla rivista scientifica European Journal of Internal Medicine .

L’analisi dei pezzi dentali danneggiati e le numerose protesi dentarie hanno finito per rivelare depositi di tartaro e nessuna traccia di carne. “Il dittatore aveva una dieta vegetariana”, dice Charlier.

Le ossa di Hitler.

Tra marzo e giugno 2017, per la prima volta dal 1946, il servizio segreto russo ha autorizzato una squadra di investigatori ad esaminare i resti scheletrici del dittatore. La squadra francese è stata in grado di dare un’occhiata a un frammento di teschio che, erano certi, apparteneva al führer . Il frammento aveva un buco nel lato sinistro, probabilmente causato dall’impatto di un proiettile.

Teschio di Hitler

Questa foto del cranio di Hitler è stata pubblicata nel settembre 2009 per gentile concessione dell’Università del Connecticut (UConn).

Tuttavia, al gruppo di ricerca non è stato permesso di estrarre campioni dei resti. Nonostante ciò, la morfologia di questo frammento era “totalmente coincidente” con i raggi X del cranio di Hitler che, secondo l’indagine, furono fatti un anno prima della sua morte.

Lo studio conferma la versione ufficiale che Hitler è morto il 30 aprile 1945 a Berlino, insieme alla sua compagna Eva Braun, e getta luce sulle cause esatte della morte del dittatore. “Non sappiamo se ha usato una fiala di cianuro per uccidersi o se si è sparato alla testa”, aggiunge Charlier.

Le analisi ai denti non hanno rivelato la presenza di polvere da sparo, il che indica che non si trattava di un colpo di pistola in bocca, ma probabilmente nel collo o sulla fronte. Allo stesso modo, i depositi bluastri nelle protesi dentarie possono indicare una “reazione chimica tra cianuro e protesi metalliche”, dice il ricercatore.

Anche Philippe Charlier, specialista in antropologia medica e legale, ha partecipato all’analisi del cuore mummificato di Ricardo Corazón de León.

Hits: 24

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti