Tom Payne rivela come si è reso conto che Jesus sarebbe morto in The Walking Dead! ⋆ Il salotto delle parole

Tom Payne rivela come si è reso conto che Jesus sarebbe morto in The Walking Dead!

Tom Payne rivela come si è reso conto che Jesus sarebbe morto in The Walking Dead!

Jesus ha incontrato una fine inaspettata per una pugnalata da una Whisperer nell’ottavo episodio della Stagione 9 ( S09E08 – “Evoluzione” ). E con la morte del personaggio, è arrivata la sorpresa dei fan.

La sorpresa è che Jesus è ancora vivo nei fumetti e con molti momenti di azione. La serie TV è molto diversa dal fumetto ultimamente, per le ragioni più diverse.

Queste morti inaspettate in The Walking Dead hanno origini diverse. La morte di Carl, per esempio, fu la decisione dello sceneggiatore, mentre gli attori che interpretavano Rick e Maggie decisero di uscire per conto loro.

Ma che dire di Jesus, che ha preso quella decisione? In un’intervista con The Hollywood Reporter, Tom Payne rivela che è stata la decisione di Angela Kang, l’attuale showrunner, e commenta come il suo personaggio sia stato così poco avvantaggiato.

Erano consapevoli ci fossi rimasto male se si fossero sbarazzati di me. Ho espresso la mia insoddisfazione la scorsa stagione. Ero molto frustrato per il corso del personaggio.

È stato presentato in modo molto interessante e poi parcheggiato a Hilltop. Durante la guerra con i Salvatori ha solo combattuto con un ragazzo che era dalla sua parte [Morgan].

Nei fumetti ha avuto un’enorme lotta contro Negan. Afferra una granata con la mano e la getta indietro. È il membro più capace di tutto il gruppo! E qui è stato appena usato.

Dietro le quinte mi allenavo ogni settimana. Ero preparato e ansioso. Non puoi evitare di sentirti scoraggiato quando non ti rilasciano fare certe cose interessanti.

La sensazione era reciproca e sapevano che mi sarei trovato a mio agio. È una serie incredibile e mi sento onorato di farne parte, ma allo stesso tempo essere un personaggio con niente di interessante è un po ‘frustrante.

In un’intervista con Entertainment Weekly, Payne commenta anche quando e come ha ricevuto la notizia che Jesus sarebbe morto in The Walking Dead.

Sappiamo che mancava solo un episodio, perché è quando riceviamo la sceneggiatura. Quindi è stato poco prima di iniziare le riprese dell’episodio 7. Alla fine di luglio, immagino.

In realtà, non sono stato in grado di incontrare la prima chiamata della [showrunner Angela Kang] perchè  stavo scrivendo un messaggio alla mia ragazza e le ho detto: “Oh, ho appena perso una chiamata da Angela, forse questa è la chiamata, hahaha”.

Ho richiamato ed era davvero quella chiamata. Ho reagito con un “Oh, okay”. Ero molto rilassato, ero arrivato ad un punto della serie in cui ero in uno sconvolgimento e stavo pensando, “Sai cosa, ho bisogno di fare di più con il mio personaggio, altrimenti possono uccidermi.”

L’attore completa il modo in cui è stata fatta la chiamata a The Hollywood Reporter.

Quando ho ricevuto la chiamata, Angela [Kang, showrunner] è rimasta sorpresa da quanto mi sentiva rilassato (ride).

Era la prima volta che faceva una tale chiamata [per dire a un attore che il suo personaggio sarebbe morto presto]. I negoziati con Andy [Andrew Lincoln, Rick] e Lauren [Cohan, Maggie] sono stati fatti prima di [questa stagione], quindi era la sua prima volta.

Mi ha chiamato, mi ha detto, e poi ho detto: “Bellezza, finché è un bel finale!” Perché questo è un personaggio molto forte.

Related Post

Hits: 202

Michela MuzzatiMichela Muzzati

Ciao a tutti, mi chiamo Michela e nel tempo libero faccio la blogger. Sono appassionata di film, serie tv e videogiochi, ma mi piace scrivere qualsiasi cosa attiri la mia curiosità. Ho una passione sfrenata per tre serie tv, The Walking Dead, Vikings e Breaking Bad, dove nel blog, puoi trovare diversi articoli. Il mio idolo in assoluto è Freddie Mercury, nel blog nasce una sua categoria. Ho una profonda stima per il giornalista Carmelo Abbate, mi piace definirlo, il mio maestro di vita e lo è. Da lui ho imparato molto, in particolare l'onestà e il rispetto su tutto quello che faccio. Non ho hobby, ma se seguire ogni suo programma, ogni suo scritto, ogni sua avventura, ogni sua ricetta, si può definire tale, allora il mio hobby è Chef Rubio, che amo profondamente. Spero che questo blog ti piaccia e ci aiuterai a divulgarlo, magari con una semplice condivisione dell'articolo che hai appena letto. Grazie a tutti e buona lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti