♥Aiutaci a condividerlo♥
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  

Il frontman dei Guns N ‘Roses Axl Rose ha  chiamato la  controparte regina Freddie Mercury  “il più grande” in una rara intervista, e ha spiegato perché ha ammirato così tanto la band britannica.

Mercury, che è morto nel 1991, è al centro di una maggiore attenzione di quanto non sia ricevuto in anni come conseguenza del Bohemian Rhapsody film, che è in corsa per diventare il biopic musicale di maggior successo di tutti i tempi.

In una conversazione con la rivista Atlas della compagnia aerea di Etihad , a Rose è stato chiesto: “Sei considerato uno dei migliori frontman di sempre. Ma chi credi che meriti questo riconoscimento? “Rispose:” Per me è facile: Queen è la più grande band e Freddie è il più grande frontman di tutti i tempi. La band è la più grande perché ha abbracciato così tanti stili diversi “.

L’ammirazione di Rose per Mercury è ben nota. Nel 1992, ha preso parte al concerto commemorativo di Mercury, eseguendo “Bohemian Rhapsody” con  Elton John  e Queen. Puoi guardare il momento qui sotto.

Anni dopo, quando era stato elencato come il miglior cantante di tutti i tempi, includeva l’icona della Regina nella sua lista personale di persone che preferiva ascoltare al posto di se stesso. “Se non avessi avuto i testi di Freddie Mercury da tenere duro da bambino, non so dove sarei”, ha  detto una volta . “Mi ha insegnato tutte le forme di musica … mi avrebbe aperto la mente. Non ho mai avuto un insegnante più grande in tutta la mia vita “.

Nella nuova intervista, a Rose non è stato chiesto della nuova musica dei Guns N ‘Roses, ma ha commentato il suo interesse per la scrittura di musica per i film. “Ascoltare le colonne sonore dei film è una grande cosa per me”, ha detto, “quando ascolti roba come Pirati dei Caraibi e ottieni quella miscela di orchestra e strumentazione moderna – è bellissimo. Ho molto rispetto per i ragazzi che lo fanno. È qualcosa che mi piacerebbe fare in futuro. “


♥Aiutaci a condividerlo♥
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •