Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Bohemian Rhapsody: la vera storia dietro le relazioni di Freddie Mercury ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Bohemian Rhapsody: la vera storia dietro le relazioni di Freddie Mercury

Chi erano i grandi amori della vita di Freddie Mercury? Per il film biografico Queen Bohemian Rhapsody, arriva a due persone: Mary Austin e Jim Hutton. Tuttavia, il film lascia fuori molti dettagli su entrambe le relazioni, ritoccando e sorvolando su fatti preziosi. Ecco le storie vere di Austin e Hutton, che è entrato nella vita di Mercury nei momenti cruciali e gli è rimasto vicino fino alla sua morte nel 1991.

Mary Austin 

Nel 1969, Austin era una commessa di 19 anni in una boutique inglese chiamata Biba quando incontrò il 24enne Mercury. All’epoca era un aspirante cantante, ma non era ancora diventato una delle più grandi rockstar del pianeta. Tuttavia, Austin era affascinata dal “musicista artistico dall’aria selvaggia”.

“Era come nessuno che avevo incontrato prima”, ha detto al Daily Mail nel 2013. “Era molto fiducioso, qualcosa che non ero mai stata io. Siamo cresciuti insieme. “

La coppia iniziò rapidamente ad uscire. Bohemian Rhapsody si avvicina a questa storia di origini, con Lucy Boynton che interpreta Austin. Nel 1973, Mercury le propose. “Mi ha dato una grossa scatola il giorno di Natale. Dentro c’era un’altra scatola, poi un’altra e così è andata avanti. Era come uno dei suoi giochi giocosi “, ha ricordato. “Alla fine, ho trovato un delizioso anello di giada all’interno dell’ultima piccola scatola. . . . Ero scioccata. Non era proprio quello che mi aspettavo. Ho solo sussurrato, ‘Sì. Lo farò.’

Mercury ha anche cementato la sua adorazione per Austin con la canzone “Love of My Life,” (che ottiene un bel po ‘di musica in Bohemian Rhapsody ). L’ha anche portata ad incontrare i suoi genitori. “Era adorabile”, ha detto la madre di Mercury, Jer Bulsara, in un’intervista del 2012 .

Tuttavia, il matrimonio è stato annullato dopo che Mercury ha dichiarato ad Mary Austin che era bisessuale, ha detto al Daily Mail. Sebbene abbiano concluso la loro relazione romantica, sono rimasti incredibilmente vicini, con Mercury che le comprò una casa e ne parlò sempre affettuosamente in pubblico.

“Tutti i miei amanti mi hanno chiesto perché non potevano sostituire Mary, ma è semplicemente impossibile”, ha detto Mercury in un’intervista del 1985 . “L’unica amica che ho è Mary e non ne voglio nessun altra. Per me, è come una moglie, Per me, è un matrimonio. Ci crediamo l’uno nell’altro, questo è abbastanza per me. “

Austin, che in seguito si sposò e ebbe due figli, si occupò di Mercury dopo la diagnosi di AIDS. Quando il cantante morì nel 1991, affidò a lei gran parte della sua tenuta e della sua residenza londinese, Garden Lodge, che lei mantiene ancora e che non ha dato il permesso di realizzare alcune scene del film Bohemian Rhapsody . Austin ha anche esaudito il suo desiderio per i suoi resti cremati di essere dispersi in un luogo sconosciuto. “Nessuno saprà mai dove è sepolto perché quello era il suo desiderio”, ha detto una volta. “Voleva che rimanesse un segreto e lo rimarrà.”

Jim Hutton

Nel film, Jim Hutton (interpretato da Aaron McCusker ) viene presentato come membro di un gruppo di pulizia che ha in una delle sue rauche feste in casa. In realtà, l’irlandese, nato e allevato nella contea di Carlow, era un parrucchiere che ha incontrato il frontman dei Queen in un bar gay negli anni ’80, secondo un’intervista che Hutton ha fatto con il Times di Londra nel 2006 . Anche se alla fine si sarebbero stabiliti in una relazione di sette anni, finendo con la morte di Mercury nel 1991, era lontano dall’amore a prima vista.

Per quell’intervista, Hutton ha detto di aver incontrato Mercury a Heaven, un nightclub gay a Londra. Il cantante, che aveva tre anni in più, si offrì di offrirgli da bere. Hutton, che non ha riconosciuto la superstar, ha respinto l’offerta. Non si sono connessi fino a un anno e mezzo dopo, quando si sono visti, ancora una volta, in una discoteca e Mercury si offrì nuovamente di offrirgli un drink Questa volta, Hutton accettò. Iniziarono a frequentarsi e, meno di un anno dopo, Hutton si trasferì a Garden Lodge. Ha mantenuto il suo lavoro come parrucchiere.

Rimasero insieme, anche se Mercury non uscì mai pubblicamente, cosa che non importava molto a Hutton. Tuttavia, la coppia ha fatto degli alti e bassi. “L’ho visto con un altro ragazzo, lui mi ha detto di averlo fatto per rendermi geloso “, ha ricordato Hutton al Times. “Poi un giorno l’ho visto lasciare il suo appartamento di Kensington con un altro ragazzo e abbiamo avuto una discussione. Gli ho detto che doveva prendere una decisione. “

Nel corso della loro relazione, Hutton è stato testimone di momenti storici, come l’impennata del Live Aid nel 1985. “Sono rimasto sbalordito. Potevi sentire l’effetto che la sua presenza scenica aveva sulla folla “, ha detto dello spettacolo, che ha visto nel backstage. “Successivamente venne Elton [John] e disse: ‘Bastardo, hai rubato la scena a tutti'”.

Nel loro tempo libero, Hutton ha detto che Freddie era tranquillo e riservato, un mondo lontano dal suo personaggio da showman. “Amava i suoi gatti. Quando tornavo dal lavoro, ci sdraiavamo insieme sul divano. Mi massaggiava i piedi e mi chiedeva della mia giornata “, disse Hutton. La coppia continuò per i prossimi anni, fino alla diagnosi di Mercury di aver contratto l’AIDS. Era il 1987. Fu un periodo straziante, con amici come Joe Fanelli, il cuoco di Mercury, e Peter Freestone, il suo assistente, a turno curavano Freddie.

L’ultima conversazione della coppia, dice Hutton, è avvenuta pochi giorni prima che Mercury morisse. “Erano le 6 del mattino. Voleva guardare i suoi quadri. ‘Come vado al piano di sotto?’ chiese. “Ti porterò io” dissi. Ma ha fatto a modo suo, aggrappandosi alla ringhiera. Mi sono tenuto davanti per assicurarmi che non cadesse. Ho portato una sedia alla porta, l’ho sistemato e ho acceso i riflettori che illuminavano ogni immagine. Ha detto: “Oh, sono meravigliosi”.

Dopo la morte del cantante, Austin prese il comando di Garden Lodge, che a quanto pare a preso a calci  Hutton , nonostante l’affermazione di Hutton secondo cui Mercury voleva che rimanesse lì. È stato devastato dalla sua decisione, ha detto. Tuttavia, Mercury lo lasciò con £ 500.000 (quasi $ 1 milione, per il tasso di conversione del 1991), se avesse voluto tornare in Irlanda. Ha anche scritto un libro sulla loro relazione, intitolato semplicemente Mercury and Me.

Hutton è morto il 1 gennaio 2010, dopo una lunga battaglia con il cancro . Aveva 60 anni.

Hits: 244

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti