Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Intervista esclusiva: il regista Michael Satrazemis parla di The Walking Dead 9x08 ⋆ Il salotto delle parole

Ciao! vuoi iscriverti alla nostra newsletter? se la risposta è si, compila qui sotto, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Hello! do you want to subscribe to our newsletter? if the answer is yes, fill it out below, and get our updates!


Intervista esclusiva: il regista Michael Satrazemis parla di The Walking Dead 9×08

Il regista Michael Satrazemis ha fatto parte della famiglia di The Walking Dead sin dall’inizio. È l’uomo dietro ad alcuni degli episodi più iconici dell’intera serie, compresi classici come “Vatos”, “Cherokee Rose”, “I Is not a Judas” e “Prey”.

Secondo solo a Nic Nicotero nel numero di episodi che ha diretto, Satrazemis è stato scelto per dirigere “Evolution”, che non è solo il finale di metà stagione, ma anche uno degli episodi più importanti della nona stagione di The Walking Dead . È un episodio che inaugura una nuova era con i cattivi più terrificanti fino ad oggi: i Whisperers.

 “Evolution” si sviluppa come un film horror in piena lunghezza in uno spettacolo di un’ora, che è ciò che Satrazemis stava facendo. “Probabilmente è il miglior complimento che ha potuto ottenere! Lui dichiara “Per molto tempo non succede nulla, ed è stato come Rosemary’s Baby dove hai l’intero film e non succede nulla fino alla fine. Potrebbe essere una cosa, potrebbe essere un’altra, e devi solo sentire i muri chiudersi dentro sapendo che alla fine verrà rivelato. “

La nebbia  insieme alla tensione travolgente, erano i fattori principali dell’estetica dell’episodio. “Tutto è rappresentativo e costruttivo verso il culmine. La cosa più importante per me era ottenere che le esibizioni continuassero a diventare un’isterismo per mantenere il pubblico impegnato. E la nebbia era una specie di parte più spaventosa. “

Inoltre ha parlato di come hanno dovuto creare l’effetto del cimitero nebbioso usando il controllo della temperatura per mantenere la nebbia sul terreno. L’equipaggio FX ha avuto il loro bel da fare perché il minimo soffio di vento poteva far sparire la nebbia. C’era pochissima visibilità tra la nebbia e l’ambientazione notturna, che ha sicuramente aggiunto il senso generale del destino imminente mentre rendeva inoltre difficile per l’equipaggio navigare nel set.

Uno degli aspetti più stimolanti di questo episodio è arrivato verso la fine con il fatto che Tom Payne Jesus stava andando incontro a Matrix contro i sussurratori. Queste sequenze visivamente sbalorditive erano impegnative, ma Satrazemis dà pieno credito alla suo caro amico Payne. “Ve lo dico sinceramente, era tutto Tom Payne. Prima di tutto, non credo di averlo mai visto così eccitato perché è così inglese e corretto. Era così adrenalinico! “

Satrazemi non è estraneo alla regia di episodi che hanno caratterizzato la perdita di personaggi amati e il doverli vedere attraverso quelle scene può essere difficile per tutti. “Ho perso molti amici e persone che amo molto, quindi c’è una responsabilità per loro di farlo bene”.

Quando si è trattato di dirigere le scene finali di Tom Payne, Satrazemis ha fatto in modo di onorare la richiesta di Payne: “Tom era tipo, ‘l’ho totalmente accettato e ci sto completamente bene, ma tutto quello che posso dire è che quando arriviamo a quell’ultimo bit devi farmi sembrare un supereroe fottuto! ‘ E sembrava davvero sovrumano in quella scena! “

Con tanta tensione in “Evolution” è stato bello poter avere qualche momento di leggerezza, che è arrivato per gentile concessione di Negan (Jeffrey Dean Morgan) e Padre Gabriel ( Seth Gilliam). “Ho fatto un sacco di cose con Jeffrey. Lo amo così tanto e Seth è così solido. Quelle scene sono un piacere, perché c’è tanta tensione ovunque nella sceneggiatura. Ti presenti sul set con questi due e puoi semplicemente caricarli e lasciarli andare. Amplifica solo i loro punti di forza. Questo nuovo Negan, lo amo perché sento che ha molto fascino di Jeffrey.  Jeffrey ti affascinerà fino ai calzini. “

Satrazemi ride nel momento in cui Negan scopre che la porta della cella è sbloccata, perché non è qualcosa che vedi arrivare. “Questo è subdolo. Non sai dove andrà. “

Il veterano direttore di TWD ha avuto la possibilità di incontrare un nuovo membro del cast mentre lavorava a questo episodio ed è cane, il delizioso cane di Daryl. 

Ha parlato di come il finale di metà stagione è un cliffhanger ma non lascia la gente con il fiato sospeso, almeno non completamente. Sappiamo che Jesus è morto. Sappiamo che i Whisperers sono persone reali che indossano strane maschere di pelle. Complessivamente è stata una sensazione molto diversa dagli ultimi finali di metà stagione. “Quando ho ottenuto il copione così com’è, ho visto che non era un tipico finale di metà stagione. L’ho appena amato, ho amato la forma di esso. Sembrava una storia dell’orrore, e sembrava che la sceneggiatura fosse davvero fresca per un [episodio] 8.

Con così tanti pezzi commoventi in questo episodio, Satrazemis deve il successo di “Evolution” alla sceneggiatura e alle incredibili performance. “David Leslie Johnson-McGoldrick ha scritto una sceneggiatura straordinaria”, ha detto. “Sono davvero orgoglioso di ciò, sono orgoglioso di quello che hanno fatto tutti. Sono orgoglioso delle esibizioni. Questi tipi di episodi sono molto delicati, specialmente quando non succede nulla per molto tempo e ognuno ha fatto un lavoro incredibile. Sono il ragazzo più fortunato del mondo. “

Hits: 29

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti