Con oltre 50 adattamenti dall’uscita di Carrie the Stranger nel 1976, Stephen King è indubbiamente l’autore più adatto di sempre. È anche considerato il maestro del terrore letterario, quindi è normale che molte delle sue storie siano arrivate a fermare sia il grande schermo che il piccolo schermo.

Una delle caratteristiche più comuni nelle opere di Stephen King è la sua capacità di cogliere cose normali e innocue e trasformarle in qualcosa di terribile. E Cujo è  riuscito a  trasformare i cani in qualcosa di spaventoso per un’intera generazione .

Dee Wallace è una madre che cerca di proteggere suo figlio da un rabbioso San Bernardo. La menzogna che circonda la felicità domestica della famiglia americana è rappresentata da questa madre dubbiosamente mortificata intrappolata in un’auto che cerca di salvare suo figlio  dal caldo e da Cujo che vuole divorarli.

14. The Marsten Mansion (1979)

Questa mini-serie mostra il look speciale degli anni ’70, raccontando la storia di un vampiro che ancora oggi perseguita i fan . Il Marsten Mansion in origine sarebbe stato un film, ma il regista Tobe Hooper ( The Chainsaw Massacre ) ha insistito per includere le molteplici storie del libro.

Non perdere questa cospirazione in un villaggio oscuro che include una bara misteriosa e uno spirito da vampiro.

13. Creepshow (1982)

Stephen King e George Romero si sono uniti per ricreare il sogno di ogni fan delle storie dell’orrore. Questa collaborazione è in realtà un tributo ai fumetti horror che i due leggevano quando erano ragazzi . Composto da un’antologia di cinque storie, due erano basate su racconti già esistenti di King, il resto era stato scritto originariamente per il film.

Nel bel mezzo di mostri e luoghi di ritrovo, cerca un ospite speciale del Re stesso, apparendo come un uomo maledetto da una strana malattia fisica .

12. Il Miglio Verde (1999)

Il miglio verde è il secondo adattamento delle opere di King diretto da Frank Darabont. Il film racconta la storia di come una guardia carceraria vede la sua vita cambiata da un prigioniero con un dono soprannaturale , che sta aspettando la condanna a morte.

Prodotto meravigliosamente, il Miglio Verde vince indubbiamente molto con le presenze di Michael Clarke Duncan e Tom Hanks come personaggi principali.

11. It – (1990)

L’intero bambino amava vedere un clown nel circo, fino al 1990, quando l’ABC decise di passare questa mini serie in due parti.

Tim Curry ha una performance indimenticabile come il terribile Pennywise, il clown assassino che, sebbene non sia invecchiato come previsto, ha certamente cambiato la visione di tutti i clown

10. Pet Cemetery (1989)

Una famiglia si trasferisce in una nuova casa e accanto ad essa c’è un cimitero che può far rivivere i morti . Il problema è che le creature, umane o animali, che ritornano dal mondo dei morti non sembrano esattamente come prima.

Il Cimitero delle Cicogne non ci ha portato solo una delle migliori canzoni dei Ramones , ma ci ha anche regalato diversi momenti di spavento e adrenalina.

9. 1408 (2007)

1408

Un autore specializzato nello smantellamento di luoghi infestati finisce in una stanza davvero malvagia.

John Cusack rappresenta un personaggio cinico e arrogante che finisce bloccato in una stanza dove sono morte strane morti. Qui sarà costretto ad affrontare elementi terrificanti del suo passato .

8. The Fog (2007)

La nebbia

Mentre il 1408 si occupa di una singola persona confinata in un piccolo spazio, The Fog lo fa su una scala più ampia. In questo film, un gruppo di persone rimane bloccato in un supermercato mentre le creature grottesche attendono fuori.

Ancora una volta, king dimostra di essere un maestro che rappresenta la gente mondana spinta al limite quando il soprannaturale invade le loro vite. La nebbia si concentra sulla costruzione lenta di un’atmosfera di paranoia , quando i cittadini intrappolati nel supermercato iniziano a girare l’uno contro l’altro, diventando più violenti ogni volta che passa il tempo.

7. Christine – La macchina infernale (1983)

Mentre il 1408 si occupa di una singola persona confinata in un piccolo spazio, The Fog lo fa su una scala più ampia. In questo film, un gruppo di persone rimane bloccato in un supermercatomentre le creature grottesche attendono fuori.

Ancora una volta, il re dimostra di essere un maestro che rappresenta la gente mondana spinta al limite quando il soprannaturale invade le loro vite. La nebbia si concentra sulla costruzione lenta di un’atmosfera di paranoia , quando i cittadini intrappolati nel supermercato iniziano a girare l’uno contro l’altro, diventando più violenti ogni volta che passa.

Un ragazzo si innamora di una macchina e la sensazione è reciproca. E la cosa migliore è che John Carpenter riesce a trasmetterlo con stile e credibilità. Avere un maestro come Carpenter che ha adattato questa storia, ha  trasformato il veicolo rosso in un essere erotico , a simboleggiare l’ansia sessuale dell’adolescenza.

Arnie è un ragazzo che viene maltrattato dai suoi compagni di scuola e in Christine, l’auto infestata, trova comprensione e protezione che non trova in carne e ossa.

6. Count on Me (1986)

Stai vicino a me

Count With Me  racconta la storia di un gruppo di quattro giovani in un viaggio di scoperta di sé .

Il film cattura molto bene l’ umore della malinconia e la nostalgia di una gioventù perduta ed è profondamente elettrizzante vedere i legami creati da un’amicizia nell’adolescenza.

5. Nel tempo della zona morta(1983)

The Dead Zone

Senza dubbio il 1983 è stato un buon anno per Stephen King, in quanto tre importanti adattamenti dei suoi lavori hanno debuttato a poche settimane di distanza . Cujo , Christine – The Car Killer  e In Dead Zone , ha rapidamente avuto successo ed è entrato nelle menti collettive del pubblico.

Questo adattamento di Cronenberg è molto bravo a farci sentire tensione, ottenendo un senso di freddo terrore con le sue riprese durante l’inverno.

Christopher Walker rappresenta un personaggio che accentua tutte le sue qualità recitative, dando corpo a un insegnante che si sveglia da un coma di cinque anni con un dono , o una maledizione, di precognizione psichica.

4. A Dream of Freedom (1994)

Le ali della libertà

Tra la fantastica regia di Frank Darabont e le infallibili interpretazioni di Tim Robbins e Morgan Freeman, è facile vedere come questo adattamento sia diventato un classico moderno .

Robbins trasforma Andy, l’eroe della storia, in un uomo educato ma irrequieto, cercando di scappare da un ergastolo per un crimine che non ha commesso.

Questa è una delle rare storie di King che non gioca con il soprannaturale, ma che rimane comunque un’esperienza indimenticabile.

3. Misery non deve morire (1990)

Molte delle storie di King riguardano un personaggio che perde la sua sanità mentale, ma in Misery non deve morire , il personaggio ha a che fare con qualcuno che non ha più ragione. E se l’immagine di te che sei bloccato contro la tua volontà è già abbastanza spaventosa, immagina se sei con uno scrittore ferito in un incidente e privo di mobilità.

Kathy Bates ha vinto l’Oscar come migliore attrice per la sua interpretazione di infermiera psicotica, la più grande fan di uno scrittore che ha salvato da un incidente.

Misery si concentra sugli effetti psicologici del confinamento e King mostra la realtà emotiva dei suoi personaggi attraverso ossessioni e torture.

2.  Shinning (1980)

È interessante notare che uno dei migliori film basati sul lavoro di Stephen King è ciò che l’autore meno gradisce. Tuttavia, anche se con molti cambiamenti rispetto al contenuto originale, questa inquietante storia di un hotel infestato rimane uno dei migliori film horror di sempre .

Incarnando gli effetti dell’isolamento a lungo termine , Jack Torrance e la sua famiglia conquistano un hotel in bassa stagione. Ma le cose cominciano presto a diventare sinistre. Kubrick gestisce tutto questo usando immagini surreali e ritraendo performance psicotiche dai suoi attori.

Diverse scene sono davvero inquietanti, come le gemelle spettrali in piedi nel mezzo del lungo corridoio dell’hotel o l’indimenticabile onda di sangue che esce dall’ascensore. Ma il momento più memorabile è quando Jack Nicholson, che rappresenta un uomo che lentamente scende alla pazzia , spacca una porta di legno con un’ascia, cercando di raggiungere sua moglie.

1. Carrie  (1976) – 

Come una fiaba che passa di generazione in generazione, questa è la storia di una ragazza maltrattata che tira fuori la sua rabbia repressa durante il ballo. È una favola universale e speciale per un pubblico specifico di giovani .

Fortunatamente, il film di Brian De Palma è uscito solo per accentuare ciò che il libro aveva già. La vendetta finale di Carrie non è solo terrificante, ma anche un po ‘triste, perché è possibile per noi attaccarci emotivamente alla sua sofferenza .

Carrie, è  stato il primo adattamento di Stephen King ed è il migliore che possiamo sperimentare.

Hits: 15