It Capitolo Due tutte le sorprese che abbiamo incontrato

♥ Tempo di lettura: 11 min. ♥

It: Capitolo due ha finalmente sfilato nei cinema, portando a termine la lunga e sanguinosa saga di Derry, Pennywise e Loser Club.

Con un’autonomia di quasi tre ore e un libro con oltre 1.000 pagine di riferimento, c’erano sicuramente molte sorprese nel capitolo due , e nel film ce ne sono sicuramente.

Quindi galleggia, sto andando in profondità nelle fogne per scavare tutte le sorprese e i riferimenti che potresti aver perso in It: Capitolo due . Ora è la tua ultima possibilità di tornare indietro, perché ci sono molti spoiler da qui in avanti.

It Capitolo due: Sempre perdente

it capitolo due-sorprese-film

Mentre il primo film si concentra esclusivamente sui bambini, questo ha il duplice compito di presentare le versioni per adulti dei perdenti e farti credere che potrebbero davvero essere quei bambini tutti cresciuti.

La maggior parte di queste scene introduttive si aprono sul personaggio in questione, inquadrandoli con le telefonate che ricevono da Mike.

Ma c’è un falso in uscita, e presenta un cameo piuttosto interessante.

Quando ci viene presentato l’adulto Ben Hanscom, vediamo una sala riunioni con un gruppo di uomini che discutono sul modello di un edificio.

I lettori costanti erano pronti per questo, ovviamente, sapendo che Ben Hanscom cresce per diventare un famoso architetto.

Dopo che la telecamera scorre nella stanza, si concentra finalmente su un uomo che sembra sapere molto sull’edificio in questione. È Ben! Solo che, a quanto pare, non lo è.

Ben, interpretato da Jay Ryan, è impegnato in una chiamata Skype con tutti quelli in quella stanza. Ma è un doppio falso, perché quel primo ragazzo era Ben cresciuto. Ancora confuso? Resisti.

Vedi, quell’attore era Brandon Crane , che interpretava Ben Hanscom nella miniserie del 1990.

In un film sull’infanzia, sulla perdita dell’infanzia e sull’affrontare le paure della tua infanzia, portare un attore che è stato sia un bambino che un adulto in un adattamento di It è fondamentalmente la ciliegina sulla torta.

It capitolo due: Il re dei cameo

it capitolo due-sorprese-film

C’è stato un cameo speciale che probabilmente i fan di Stephen King hanno notato, ma che potrebbe essere volato sopra le teste degli spettatori casuali.

No, non quello in cui il regista Andy Muschietti è estremamente interessato a una bottiglia di Mucinex quando Eddie visita la farmacia di Derry. Stiamo parlando, ovviamente, di Stephen King stesso.

L’autore horror e autore di libri classici si presenta come il proprietario di Secondhand Rose, il negozio dell’usato in cui Bill trova la sua bici da bambino, Silver.

Come il ritratto di King nel film, il proprietario del romanzo è una specie di buco, e sta leggendo, citando “un romanzo tascabile che Bill pensava non fosse mai stato nominato per il Premio Pulitzer”.

Nel film, ovviamente, il negoziante ha una copia del libro di Bill, Attic Room , sulla sua scrivania, quindi immaginiamo che sia raddoppiato nella battuta che Bill potrebbe essere un famoso scrittore, ma è un po ‘un hack. O almeno non ha mai vinto un premio Pulitzer.

Dopo che Bill ha notato il libro, King lo guarda e dice che non gli è piaciuto il finale.

It: Capitolo due e una tartaruga misteriosa

Tartarughe ! Non sono fantastiche? Sono rettili, hanno una bella armatura, adorano la pizza e sono antichi esseri intergalattici che occasionalmente rigurgitano le galassie quando non si sentono troppo bene.

Aspetta cosa?

Ok, quindi per quest’ultima parte, stiamo parlando in particolare di Maturin, l’antica tartaruga intergalattica nel romanzo It , che aiuta quasi i perdenti a sconfiggere Pennywise durante il round in uno dei loro scontri.

Nella scena climatica nella sequenza temporale dei bambini, Bill esegue il Rituale di Chud con Pennywise e finisce per librarsi in un regno cosmico oltre lo spazio e il tempo, a quel punto incontra una grande tartaruga.

Maturin proviente dalla stessa dimensione dell’essere conosciuto come It, in effetti, ha creato il nostro mondo vomitandolo quando aveva indigestione. Grazie a Dio, il Macroverse non ha pastiglie contro il vomito, o non saremmo mai qui a parlare di un film basato su un libro in cui una tartaruga fa uscire il nostro universo e … sai cosa? Andiamo avanti.

Sebbene nessuno dei film It abbia osato entrare in quel livello di WTF cosmico, hanno sicuramente citato con piccole sorprese la tartaruga.

Ad esempio, It: Capitolo uno mette una tartaruga Lego nella stanza di Georgie , oltre a una menzione di una tartaruga nella cava dove i bambini vanno a nuotare. E nel capitolo due , vediamo un modello di tartaruga a Derry quando Ben rivisita la scuola per trovare il suo segno.

Mentre queste potrebbero essere solo camei, dobbiamo chiederci, sono anche un sottile cenno al fatto che Maturin sta influenzando anche gli eventi a Derry?

Proprio come a Pennywise piace appiccicare la parola “It” in luoghi casuali, come il poster di You Have Got Mail nella galleria Arcade che Richie visita, Maturin sta usando anche i suoi poteri divini superdronatori per mettere le immagini di se stesso in secondo piano?

Gente, deve diventare noioso essere eterno.

Non puoi brillare su uno skateboard

Nel tentativo di raddoppiare la colpa di Bill per non essere stato in grado di salvare il suo fratellino, il capitolo due porta anche Dean, noto nel romanzo come “un bambino”, a morire proprio di fronte a Bill nonostante i suoi migliori sforzi per salvarlo .

Il bambino si presenta tre volte nel film, ma nel romanzo appare solo una volta, quando Bill gira per Derry e rivisita la vecchia apertura delle fogne dove Georgie è diventato il pranzo di Pennywise.

La scena si svolge nel libro più o meno allo stesso modo del film.

Bill nota il bambino con il suo skateboard e lo esorta a stare lontano dalle fogne perché ci sono clown assassini.

Mentre si separano, Bill dice al ragazzo di stare attento, e il bambino prontamente riponde

“Non puoi stare attento su uno skateboard”.

Nel film, tuttavia, otteniamo un dettaglio aggiuntivo che fa riferimento a una delle altre opere di Stephen King, Shining .

Se presti molta attenzione alla parte inferiore dello skateboard di Dean, puoi vedere che, sebbene sia un po ‘rovinato, una volta aveva lo stesso design del tappeto dell’Overlook Hotel nell’adattamento di Shining di Stanley Kubrick .

Apparentemente, Andy Muschietti ha reagito al tentativo di Stephen King di dare vita a quel romanzo nello stesso modo in cui tutti noi l’abbiamo ignorato completamente.

Non trascurare questo classica sorpresa horror

it capitolo due-sorprese-film

Quando i perdenti adulti finalmente rintracciano Pennywise nella sua tana sotterranea e gettano totalmente il rituale di Chud, il pagliaccio li fa sparpagliare tutti.

Uno dopo l’altro, rivivono tutti una versione contorta e surreale delle loro paure infantili.

L’incubo di Beverly prende la forma nel bagno di una scuola, che assomiglia molto al gabinetto dove e è stata gettata la spazzatura dall’alto dalle sue simpatiche amiche, all’inizio del primo film.

Per lei, il cesso ( chiamiamolo così, perchè quello è ) simboleggia chiaramente una sorta di gabbia, perché le bullette iniziano a cercare di sfondare la porta per schernirla.

Tutti hanno qualcosa di rilevante da dire, tranne il folle Henry Bowers, che incassa la testa nel vuoto e grida: “Sono il Lupo Cattivo!”

Sai, proprio come un certo altro maniaco impazzito in un certo altro adattamento di Stephen King .

It: Il capitolo due rende omaggio alla miniserie

La interpretazione di Penn Cwise di Tim Curry nella miniserie del 1990 mandò molti bambini a letto con incubi di pagliacci dentati che uscivano dallo scarico degli spogliatoi.

Sì, è un po ‘sciocco in questi giorni, ma cosa puoi fare con tutto il budget per gli effetti speciali fornito dal cavo di rete?

Ma sebbene non sia l’adattamento di Stephen King più ricordato con affetto, la versione di It del 1990 ha sicuramente un suo posto nella storia.

Per 27 anni, Tim Curry è stato il pagliaccio raccapricciante

In It: Capitolo uno , abbiamo una bambola Pennywise di Tim Curry nella scena in cui Richie incontra un gruppo di bambole da clown nella casa di Neibolt Street.

Ma nel sequel, otteniamo un revival ancora più grande della miniserie.

Per i principianti, una delle linee più iconiche torna nel film 2019.

Durante il flashback del giovane Ben Hanscom It è nascosto nel suo armadietto (dopo aver provato a baciare Beverly), Pennywise appare e ringhia, “Baciami, ragazzo grasso”.

Se guardi la versione del 1990 oggi – con gli occhi da adulti – come una commedia, è probabilmente la linea migliore di tutto.

Dopo (o prima) che (è difficile dirlo con tutti i flashback nel secondo atto), Bill insegue un ragazzino in un cinema a tema clown al Derry Canal Days Festival, intenzionato a salvarlo.

Uno dei primi ostacoli che Bill incontra è una fila di borse da clown oscillanti. Guarda da vicino e puoi vedere che quei pagliacci hanno lo stesso modello dell’outfit di Curry Pennywise , fino ai pom pom arancioni e alle sopracciglia curve.

Mamma, moglie, qual è la differenza?

Il romanzo di Stephen King trascorre molti capitoli a martellare a casa il punto che sebbene i perdenti siano cresciuti fisicamente, ognuno di loro ha portato con sé i resti della propria infanzia fino all’età adulta, come una pelle scrostata che non si sfalderà.

Nel caso di Eddie, diventa un uomo che non riesce a sopportare di lasciare indietro sua madre. Quindi la sposa.

Va bene, non letteralmente .

Ma la moglie di Eddie, Myra, è fisicamente e talvolta spiritualmente un doppelganger di sua madre.

È in gran parte costruita, spesso prepotente e impegnata nel benessere di suo marito al punto da traumatizzarlo quasi emotivamente.

Proprio come la mamma! Ben fatto, Ed.

In It: Capitolo due , vediamo solo brevemente Myra Kaspbrak, ma gli spettatori con gli occhi acuti potrebbero aver notato un dettaglio molto, molto specifico.

Vale a dire, è interpretata dalla stessa attrice che interpreta la madre di Eddie in entrambi i film, Molly Atkinson .

Quindi, se hai una strana sensazione acida nello stomaco pensando che la moglie di Eddie somigliasse molto a sua madre, non avevi torto. Il complesso di Edipo, chiamalo proprio così.

Una sorpresa rivolta proprio a Dean Koontz

it capitolo due-sorprese-film

Se dovessi nominare due autori horror mainstream degli ultimi decenni, è probabile che tu sia pronto a trovare due nomi:

Il sempre (almeno per me) numero uno Stephen King e Dean Koontz . Entrambi sono scrittori prolifici ed entrambi hanno scritto fiction pubblicate per lo stesso periodo di tempo (Koontz dalla fine degli anni ’60, King dai primi anni ’70).

Quindi potresti anche pensare che esista una rivalità tra i due autori. Entrambi scrivono essenzialmente nello stesso genere, dopo tutto, e per un momento speciale negli anni ’80, se non stavi leggendo un libro di Koontz, è perché stavi leggendo un libro King e viceversa.

Ovviamente, i due autori si sono notati l’un l’altro nel corso degli anni e, sebbene probabilmente non abbiano il tipo di rivalità che i fan amano pensare che potrebbero avere, hanno gareggiato parecchio

Tra il 1981 e il 1985, King scrisse il nome di Koontz in It come una guardia al Juniper Hill Asylum che veglia su un incarcerato Henry Bowers.

Il suo nome nel romanzo è John Koontz, e la scena prevede un’osservazione, secondo la prospettiva di Henry Bowers, che “Koontz è il peggiore”.

In It: Capitolo due , John Koontz è vivo e vegeto, con un aspetto particolarmente appropriato.

Come nel libro, è un impiegato di Juniper Hill, e nel film si è reso conto che la guardia guarda un video di un cane sul suo telefono quando scappa Henry Bowers.

Questo è un dettaglio particolarmente intelligente, dal momento che ogni fan di Dean Koontz sa che l’autore ama i suoi cani .

È una specie di cosa

it capitolo due-sorprese-film

Nel libro, la miniserie del 1990 e, in misura minore, It: Capitolo uno , spesso prende la forma di mostri cinematografici per terrorizzare i bambini.

Ben Hanscom ha paura della mummia , mentre le paure di Richie assumono la forma del peloso mutaforma di “Ero un lupo mannaro da adolescente” e il guardone che trasuda da una creatura del 1958 chiamata Il terrore di Trollenberg .

Perché chi non se ne sarebbe spaventato?

Ma con i tempi aggiornati vengono aggiornate le paure, e sembra che questi bambini degli anni ’80 abbiano trovato alcuni nuovi film di mostri di cui aver paura.

Qualcosa di simile al capolavoro horror di John Carpenter del 1982 The Thing .

Per un ripasso, The Thing parla di un alieno mutevole che affligge un gruppo di ricerca in Antartide. Può assumere la forma di qualsiasi cosa infetti, ma deve attraversare orribili trasformazioni per arrivarci.

In una di esse : le più memorabili paure del capitolo due , Richie, Bill ed Eddie incontrano la testa decapitata di Stan in un frigorifero dentro casa a 29 Neibolt Street.

Quasi immediatamente, dalla testa crescono un mucchio di strane gambe da ragno e salta sul viso di Richie.

Poco prima, però, Richie dice: “Devi prendermi in giro.”

È un giusto tributo alla scena del festival horror di Carpenter, che vede uno dei ricercatori, Vance Norris, perdere la testa per la mostruosità tentacolata, a quel punto il personaggio di Palmer dice, hai indovinato,

“Dev’essere fottuto mi sta prendendo in giro. “

Più tardi, The Thing viene chiamato di nuovo quando quell’adorabile Pomerania dietro la porta “Not Scary” si trasforma in un mutante contorto e cadaverico – un aspetto abbastanza simile al cane che viene infettato nel classico horror di John Carpenter.

La fine di esso: il capitolo due è un leggero cenno al romanzo

Un tema importante nel romanzo è l’intera città di Derry, nel Maine.

Non è solo una parte della città, è la città.

Come abbiamo visto nella visione di Bill, è arrivato sulla Terra dallo spazio milioni di anni prima, e da allora è stato agghiacciante nello stesso punto.

Quando un gruppo di taglialegna costruì Derry, ottenne finalmente il suo pranzo gratis – tutte le persone che poteva mangiare, a meno del costo di un Happy Meal al McDonald’s .

Man mano che Derry cresceva, funzionava essenzialmente sotto tutti gli ingranaggi per assicurarsi che nessuno notasse la sua presenza.

Certo, un gruppo di bambini scompariva all’incirca ogni tre decenni ,ma finché tutti gli adulti guardano nella direzione opposta, non ci sono problemi.

I perdenti ovviamente rovinano tutto, e quando alla fine lo sconfiggono, finiscono per sconfiggere tutta Derry.

Con la sua morte, la maggior parte del centro di Derry muore con esso, collassando nei tunnel che si incrociano sotto la città.

Almeno, è così che vanno le cose nel romanzo.

Sfortunatamente, It: il capitolo due non va in quella direzione, ma abbiamo ancora un assaggio di quello che sarebbe successo.

Dopo aver schiacciato il cuore di Pennywise, i rimanenti perdenti scappano dalla casa in 29 Neibolt Street, quindi si voltano per vederla affondare direttamente nel terreno.

È un piccolo assaggio di ciò che accade all’intera città nel libro, ma un piccolo cenno a quella distruzione catastrofica è meglio di niente.

Immaginiamo che l’unica volta che vedremo il Derry Standpipe ( una grande torre d’acqua ) essere spazzato via in modo apocalittico è quando Ben lascia cadere accidentalmente il suo piccolo modello di carta nel primo film.

It: L’uovo di Pasqua con le gambe lunghe del capitolo due

it capitolo due-sorprese-film

Probabilmente la sequenza più inquietante del film del 2017 è quando i bambini esplorano la casa in Neibolt street e si imbattono in una varietà di spettacoli horror dal sapore di clown. Sicuramente il segmento più memorabile è quello vede Richie e Bill di fronte alle “porte spaventose”.

Con l’etichetta “Very Scary”, “Scary” e “Not Scary At All”, le porte presentano un enigma psicologico ai ragazzi. Pensano a quale porta aprire, corrono dapprima verso la porta etichettata “Not Scary At All” e scoprono che, la sorpresa, è piuttosto spaventosa. All’interno, vedono una delle ragazze scomparse, Betty Ripsom, appesa per le mani , ma solo con mezzo corpo. I ragazzi inciampano indietro, e Richie esclama: “Dove sono le gambe?”

Bene, ci vogliono 27 anni, ma alla fine Richie le trova.

Quando sono tornati nel 29 Neibolt da adulti, Richie si imbatte nuovamente nelle tre porte spaventose, e la prima che apre rivela un paio di gambe senza busto che si muovono barcollando verso di lui.

Il numero 27 abbonda

Mentre : il secondo capitolo è pieno di sorprese, ce n’è uno che non è tecnicamente nel film. Tecnicamente , questa attraversa l’universo del film e nel nostro mondo, che è ancora più inquietante. Va bene, quindi non è così inquietante, ma è ancora piuttosto bello. La maggior parte dei fan di King sanno che lui è ama il numero 27, ( per chi invece non lo sa, lo ama perchè è la mia data di nascita ahahhahaha) e in particolare, utilizza il numero come un punto della trama principale, come Pennywise torna ogni 27 anni. Ha senso quindi che It: il capitolo due abbia visto una data di rilascio il 6 settembre 2019. Se scomponi la data 06/09/2019 in base al numero, si ottiene 06+09+2+0+1+9= 27.

Non è neanche una coincidenza. It: Capitolo uno , uscito l’8/09/2017, segue la stessa formula: 8+9+2+1+7=27. Aggiungete a ciò il fatto che il primo film è stato rilasciato 27 anni dopo la miniserie del 1990, e, beh, le cose stanno iniziando a diventare un po ‘strane qui.

Leave a Reply

Storia di un matrimonio , ora su Netflix, recensione

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ “Storia di un matrimonio”...

Birds of Prey: Nuovo poster!

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ L’ultimo poster di “Birds...

Netflix & co: come è cambiato il nostro modo di guardare le serie TV

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Netflix & co: come...

Frozen 2: Continua a battere i record al botteghino!

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ ‘Frozen 2’ è...

Storia di un matrimonio , ora su Netflix, recensione

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ “Storia di un matrimonio”...

La passione di Cristo : La resurrezione sequenza che debutterà nel 2020

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ La passione di Cristo...

Underwater ritarda la sua prima, trailer e prime immagini

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Underwater trailer e prime...

No Time To Die ecco il trailer

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ No Time To Die...

The Walking Dead: quanti Salvatori sono diventati Sussurri?

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ The Walking Dead: quanti...

Twd mostra la scena dello zombie

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Twd mostra la...

Twd finirà davvero dopo la stagione 12?

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ Twd finirà davvero dopo...

Andrew Lincoln è stato visto a Los Angeles, iniziano le riprese?

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Andrew Lincoln è stato...

Underwater ritarda la sua prima, trailer e prime immagini

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Underwater trailer e prime...

No Time To Die ecco il trailer

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ No Time To Die...

"Crisi sulle Terre infinite": Batwoman si unisce al team nel nuovo trailer; Guardalo!

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Il crossover ” Crisi...

" 007 – No Time to Die" ha il suo primo teaser

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ ” 007 – No Time...

Natale con uno sconosciuto: recensione della miniserie Netflix

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ Netflix continua a far...

Storia di un matrimonio , ora su Netflix, recensione

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ “Storia di un matrimonio”...

Atlantique di Netflix è la storia fantasma più triste dell'anno

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ ‘Atlantique’ di Netflix è...

"Dead Kids" Il primo originale Netflix realizzato nelle Filippine

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ “Dead Kids” Il primo...

Caterina la Grande: recensione dell’ultimo episodio
Caterina la Grande: recensione episodio 1×03
Caterina la Grande: Recensione dell’episodio 2
Helen Mirren: “Caterina mi ha sempre affascinato”
Batwoman recensione 1×08
Batwoman 1×07 recensione
Batwoman stagione 1 episodio 6 Recensione
Batwoman recensione 1×05
Watchmen rivela perché Angela è diventata Sister Night
The Watchmen 1×07 recensione, un altro grande episodio
Watchmen 1×06 “Questo essere straordinario” è un episodio straordinario
‘Watchmen’ Recensione 1×05