Joker tutte le sorprese che ti sei perso

♥ Tempo di lettura: 10 min. ♥

tutte le sorprese che ti sei perso

Dai sottili riferimenti alle trame passate, ai oscuri che riempiono i ruoli secondari e fino agli artefatti sconvolgenti del mondo che si profilano minacciosamente sullo sfondo, i film sui supereroi sono pieni di sorprese, aspettando solo che i fan ossessivi li trovino.

Il Joker del 2019 , tuttavia, è diverso. Come avrai sentito, o visto, non è il tipico film di fumetti e, di conseguenza, non ha i riferimenti tipici dei fumetti che sporcano la scena.

Ma ciò non significa che non ci siano una manciata di riferimenti sottili e non così sottili a film, eventi del mondo reale e persino l’arte silenziosa del mimo in agguato nelle sue strade cupe e grintose di Gotham City.

Se ti stai ancora riprendendo dalla violenza e dal dramma del tragico viaggio di Arthur Fleck, continua a leggere per scoprire le piccole cose che potresti aver perso. Fai attenzione, però: se non l’hai visto, ci sono un sacco di spoiler che seguono … nessuno scherzo.

Leggi anche : Joker la recensione :Joaquin Phoenix offre una performance da Oscar

Il Joker è ancora l’uomo che ride

joker-sorprese-

Se conosci un pezzo di curiosità sul Joker , probabilmente sai che è stato originariamente ispirato non dalla carta da gioco da cui prese il nome, ma da Gwynplaine , il principale del film muto del 1928, L’uomo che ride . Nel film, Gwynplaine, interpretato dall’attore tedesco Conrad Veidt, è un bambino del 17 ° secolo il cui padre viene ucciso da nobili rivali. A Gwynplaine gli viene sfigurato il viso con un sorriso permanente, lasciandolo incapace di abbinare mai veramente il suo viso alle sue emozioni. Inoltre, il padre di Gwynplaine è stato tradito – …aspetta… – dal suo giullare, i cui “scherzi erano crudeli e i suoi sorrisi erano falsi”. Sembra qualcuno che conosci?

Abbastanza opportunamente, questa ispirazione cinematografica è tornata al cinema in Joker . I parallelismi con le condizioni mediche di Arthur Fleck, che lo fanno ridere compulsivamente ogni volta che è sotto stress, sono evidenti, così come la rivelazione che sua madre ha ignorato il suo grave abuso infantile perché stava “felicemente” ridendo attraverso l’orrendo calvario. È più che solo il sottotesto, tuttavia: una sorpresa è un cenno visivo a uno scatto specifico di L’uomo che ride che ricorre più volte in Joker .

Durante tutto il film, incluso nella sequenza di apertura e, in particolare, alla fine, Fleck si impone un “sorriso” sul viso agganciando le dita alla bocca e tirando verso l’alto. Questa è esattamente la stessa cosa che fa il dottor Hardquannone per mostrare al padre di Gwynplaine come ha sofferto suo figlio. Forse ancora più importante è il fatto che Fleck fa la stessa cosa con un giovane Bruce Wayne quando sta cercando di accedere a Thomas Wayne – le battute immediatamente dopo quella ripresa in L’uomo che ride spiegano che l’hanno fatto in modo che Gwynplaine “ridesse per sempre”. Data la dinamica in gioco tra Fleck e Waynes, in c’è molto di più oltre all’atto estremamente inquietante di mettere le mani nella bocca di un bambino.

Joker Modern Times

joker-sorprese-

L’uomo che ride non è l’unico film muto a farsi influenzare da Joker .È difficile immaginare una Gotham City in cui mettere su una proiezione ben pubblicizzata di una famosa commedia di Charlie Chaplin che sembra essere frequentata solo da miliardari . Il Joker , tuttavia, si svolge prima che Gotham fosse invasa dal tipo di criminali tematici che lasciano indizi mascherati da cruciverba e club avvelenati con gas di sorriso mortale, quindi probabilmente all’epoca sembrava una buona idea.

Tuttavia, solleva la questione del perché Modern Times sia stato scelto per una sequenza nel film, ed è stato presentato in modo così importante, da fermarci a guardare Arthur Fleck mentre guarda una delle sue gag più famose. C’è un livello ovvio, ovviamente; la scena in questione coinvolge il personaggio di Chaplin che pattina con gli occhi bendati , quasi cadendo da una sporgenza in una precipitosa caduta, tipo Fleck come un uomo che vacilla sul bordo della sanità mentale.

Se hai familiarità con Modern Times ,ti renderai conto che alcuni dei suoi temi sono le sorprese. Dopotutto, questo è un film in cui Chaplin, nei panni del vagabondo, sta affrontando una situazione economica disperata, trovandosi letteralmente masticato e sputato dai macchinari dell’industria pesante. Ancora più eloquente è la scena in cui è stato arrestato e mandato in prigione prima di essere graziato, solo per sostenere che preferirebbe rimanere in prigione piuttosto che tornare indietro e affrontare l’alternativa. È un sentimento che riecheggia in Joker di Brian Tyree Henry nel suo ruolo minore ma cruciale come archivista presso l’Arkham State Hospital, che dice ad Arthur che alcune persone stanno meglio rinchiuse lì che nelle strade sempre più pericolose di Gotham City.

La connessione Scorsese del Joker

joker-sorprese-

Dire che il regista Todd Phillips è stato ispirato da Martin Scorsese in Joker è un po ‘come dire che la vita sulla Terra è “ispirata” dal sole. È sostanzialmente accurato, ma sarebbe un po ‘più accurato dire che uno era completamente dipendente dall’altro e non esisterebbe senza di esso. C’è una quantità molto significativa di Taxi Driver nel DNA dei più ampi punti della trama di Joker , da Arthur che ottiene la pistola dal suo collega, le ambizioni politiche di Thomas Wayne e la cupa atmosfera di Gotham City. Tuttavia, non è l’unica foto di Scorsese in gioco.

Forse non sorprende che Re per una notte del 1983 abbia avuto un’enorme influenza su Joker , al punto che vale la pena dedicare il tuo tempo per guardare solo per catturare tutto quello che sta succedendo.

Vedi se riesci a individuare i collegamenti : De Niro interpreta Rupert Pupkin, un aspirante comico ossessionato dal conduttore del talk show Jerry Langford. Pupkin ha spesso vivide fantasie, che non sono mai chiaramente delineate per il pubblico, di essere nello show di Langford e persino di essere amico dello stesso Langford. Alla fine, la sua ossessione lo porta a rapire Langford, trattenendolo per il riscatto fino a quando non gli sarà permesso di essere ospite nello show, dove racconta alcune battute sul suo crimine, confessando al pubblico nelle vesti di una routine di stand-up.

Se hai visto Joker , dovresti provare un forte sentimento di déjà vu in questo momento, ma il punto esclamativo sulla sorpresa arriva nello stesso De Niro che viene scelto come Murray Franklin, il conduttore del talk show con cui Fleck è ossessionato. Naturalmente, finisce per essere catturato dalla follia di Fleck, dandogli anche il nome “Joker”. I parallelismi sono forti, anche se Joker risulta essere significativamente più omicida di quanto lo fosse Pupkin.

The Maskmaker

Il motivo della danza di Arthur Fleck si ripete in tutto il Joker , dal suo arresto, valzer edipico con sua madre fino agli ultimi momenti del film, quando celebra un altro omicidio di successo sferrando una mossa ad Arkham, ma c’è un momento in cui sembra diverso. Dopo il suo primo trio di uccisioni, quando è in un bagno poco illuminato, i piedi di Fleck attraversano il pavimento, portando tutto il suo corpo in una lunga routine. È più fluido e sembra più teatralmente performativo.

Quindi qual è il problema? Nessuno, ma i cineasti potrebbero evocare i movimenti fluidi del leggendario mimo francese Marcel Marceau.

Se sembra un colpo lungo, è perché lo è, ma considera questa potenziale sorpresa: una delle esibizioni più famose di Marceau è stata The Maskmaker , in cui ha indossato una serie di maschere, cambiando la sua espressione per abbinarla. Il culmine del pezzo arriva quando Marceau scopre che una “maschera” che rappresenta la gioia pura si è incastrata sul suo viso. Si sforza di rimuoverla, cercando di staccare quella che sembra la propria pelle mentre il suo corpo si contorce con dolore e depressione, il tutto mentre il suo viso rimane bloccato nel sorriso dipinto di un pagliaccio. Se questo non suona come quello che sta succedendo in Joker , allora ditemi voi.

Cosmetici e droghe

joker-sorprese-

A volte, un segno è solo un segno, ma supponiamo per un momento che ogni singola cosa in ogni singola ripresa di un film sia una scelta molto deliberata messa lì dai creatori. In tal caso, nei primi momenti di Joker c’è qualcosa che potrebbe avere un piccolo significato in più per le sorprese. Poco dopo che ci viene presentato Arthur Fleck, va a prendere le sue medicine da una farmacia e passa davanti a una finestra con due parole scritte al neon: Cosmetics and Drugs (Cosmetici e droghe).

In superficie, beh, ci sono solo così tante cose che una farmacia ha in magazzino per pubblicizzare, e quelle sono cose abbastanza comuni da trovare. Leggermente al di sotto di quella lettura, tuttavia, abbiamo l’idea che per Arthur le droghe che sta assumendo siano una forma di cosmetici. È un trucco mentale. Le sue medicine sono chiaramente inefficaci; sta solo nascondendo qualcosa di molto più brutto sotto, e quando smette di prenderle, dice che quello è il suo vero io. Forse non è il miglior messaggio da lanciare verso chiunque nel pubblico sia alle prese con problemi di salute mentale, ma sicuramente è il punto di vista che Arthur stesso ha.

Al di sotto di questa interpretazione, ne abbiamo un’altra: che questo è in realtà uno dei soli riferimenti del film a un Joker cinematografico precedente. Nel 1989 Batman di Tim Burton , il più grande atto criminale del Joker – prima ancora che provi ad avvelenare l’intera città con sfilate di carri allegorici, arriva quando terrorizza la città con Smylex, era il nome in codice del Joker per il suo veleno che lasciava ghigni congelati sulle sue vittime. Il veleno, è nascosto nei prodotti di tutti i giorni: lacca per capelli, rossetto, profumo. In altre parole: cosmetici drogati.

La figura nascosta del Joker

Joker segna la sesta volta in cui un Joker live-action è stato presentato sul grande schermo. Le prime cinque volte – 1966, 1989, Il Cavaliere Oscuro , Suicide Squad e Batman La maschera del fantasma , presentavano tutti disegni molto diversi, ma tutti derivati ​​dalla stessa fonte. Non confonderesti mai il Joker di Cesar Romero con quello di , ma entrambi hanno i capelli verdi e i completi viola, e persino il cappotto di pelle di serpente viola di mantiene la combinazione di colori.

Joker , d’altra parte, rompe con la tradizione. Piuttosto che il tradizionale viola, l’emergere di Arthur Fleck come Joker ha un aspetto leggermente diverso. I capelli verdi , e il tradizionale abito a tre pezzi, ma piuttosto che viola e verde, è bordeaux. È una piccola differenza, e la spiegazione più probabile è che Todd Phillips, Joaquin Phoenix e il costumista Mark Bridges volessero che la loro interpretazione del personaggio fosse visivamente distinta dagli altri, il che era probabilmente una buona idea date alcune forti somiglianze con Heath.

Ma c’è un posto dove puoi trovare questa combinazione di colori sul Joker, e probabilmente non è dove ti aspetti. Nel 1990, la compagnia di giocattoli Kenner stava cavalcando l’onda del film Batman dell’89 quando pubblicarono “Sky Escape Joker”. Non è esattamente lo stesso costume – i colori della maglia e della camicia sono cambiati – ma il colore della giacca è sorprendentemente simile a quello che è finito nelle sale 29 anni dopo.

Arkham State Hospital

joker-sorprese-

Il fatto che Arkham Asylum compaia in un film sul Joker non è esattamente una “sorpresa” in sé. Dato che la casa estremamente mal equipaggiata di Gotham City per i pazzi criminali è quasi altrettanto importante dello stesso Cavaliere Oscuro nella grande mitologia di Batman.

C’è qualcosa in questo particolare aspetto di Arkham che vale la pena notare, però: non è Arkham Asylum, è Arkham State Hospital. Questo potrebbe sembrare un cambiamento relativamente minore che è stato fatto per sembrare più realistico – “Asylum” come termine per un ospedale psichiatrico sarebbe caduto in disuso decenni prima dell’ambientazione di Joker a metà degli anni ’80 – ma potrebbero essere che sta succedendo qualcosa di più. Prima che fosse la dimora gotica con un centinaio di doccioni e una porta girevole per i criminali in costume, l’Arkham dei fumetti era semplicemente “Arkham Hospital”, che era esso stesso un riferimento a Howard Phillips Lovecraft . Questo è ciò che viene chiamato nella sua prima apparizione in Batman # 258,

Ciò che lo rende ancora più notevole sono i primi due residenti dell’Arkham Hospital. L’unica coppia di supercriminali che vediamo confinati in quel numero sono Two-Face (Due Facce) e, ovviamente, il Joker. L’unico inconveniente è che Two-Face in realtà appare per primo, e non è fino a quando non sta scappando che passa davanti alla cella del Joker. Detto questo, se vuoi davvero diventare granulare, Batman # 251 – la prima nuova storia di Joker menziona che Il Pagliaccio Principale del Crimine era recentemente “fuggito dall’ospedale statale per i pazzi criminali”. Allora Joker è in effetti il ​​primo personaggio ad esserestato rinchiuso lì, e Two-Face è il secondo. Ed è proprio come Harvey Dent vorrebbe che fosse.

Joker e Bernard Goetz

joker-sorprese-

Joker estrae gran parte della sua estetica da New York City a metà degli anni ’80, e non solo perché evoca le strade sporche e piene di criminalità di Taxi Driver e Il Re ella commedia . Ci sono incidenti nella vita reale che fanno da sfondo agli eventi che si svolgono sullo schermo, tra cui il massiccio picco di criminalità che ha accompagnato l’epidemia di crack, e uno “sciopero della spazzatura” basato su simili scioperi dei lavoratori della sanità a New York, come uno che durò 17 giorni nel 1981.

L’incidente più pesantemente menzionato nella trama di Joker è la sparatoria del 1984 di quattro uomini in un vagone della metropolitana di Bernard Goetz . Goetz affermò che si stava difendendo da una rapina e fu inizialmente soprannominato “Subway Vigilante” dai media prima che si consegnasse. Molti newyorkesi, così come le persone che seguirono la storia altrove, erano di supporto alle azioni di Goetz, vedendole come risposta giustificata all’aumento apparentemente non controllato del crimine violento.

Alla fine, però, l’opinione pubblica si rivoltò contro di lui, in gran parte a causa dell’idea che Goetz fosse stato motivato razzialmente – tutti e quattro gli uomini uccisi da Goetz erano neri, Goetz stesso non lo era – tutto ciò era sostenuto da dichiarazioni razziste che Goetz aveva fatto in passato. Inoltre, Goetz è stato in seguito citato dicendo che dopo aver sparato ai quattro uomini, “avrebbe fatto fuoriuscire a uno dei ragazzi gli occhi con delle chiavi” e che avrebbe smesso di sparare solo perché “aveva finito i proiettili”. Mentre c’erano molte persone disposte a concedersi fantasie di vendetta in stile Death Wish , quelle sono le affermazioni che fanno pensare che potresti non essere così mentalmente stabile.

Non è un caso, quindi, che la trasformazione di Arthur in Joker inizi sparando ai suoi assalitori su un treno della metropolitana e che smetta di sparare solo perché finisce i proiettili o che le sue azioni sono sensazionalizzate dai media e approvate da altri a Gotham City.

Leave a Reply

Offline di Netflix recensione

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ In un’epoca in cui...

Saw: rivelato un possibile titolo!

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Un titolo provvisorio e...

Colin Farrell ha risposto alla presunta foto di Penguin

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Colin Farrell ha negato...

Mean Girls torna al cinema!

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Molti di noi hanno...

1917 Recensione: Sam Mendes orchestra la prima guerra mondiale come un giro d'azione one-shot

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ 1917 Recensione Sam Mendes...

A tutti i ragazzi 2 PS Ti amo ancora nuovo trailer

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ A tutti i ragazzi...

Spider-Man Un nuovo universo 2 data di rilascio-sinossi e tutto ciò che devi sapere

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ Spider-Man Un nuovo universo...

Joker ha pubblicato nuove scene cancellate Joaquin Phoenix improvvisa

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ ‘ Joker ‘ ha pubblicato...

The Last Thing He Wanted Trailer: Anne Hathaway e Ben Affleck sono i protagonisti del thriller Netflix di Dee Rees

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Netflix è inarrestabile e...

Lost Girls: su Netflix arriva la storia vera del serial killer che uccise diverse prostitute

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Hai piani per...

A tutti i ragazzi 2 PS Ti amo ancora nuovo trailer

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ A tutti i ragazzi...

Spenser Confidential Netflix ha già un trailer

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Spenser Confidential Netflix...

Twd rivela il teaser dell'episodio 10×09

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ AMC  ha rilasciato il...

La presidente dell'AMC incolpa Negan e I Salvatori per il calo del pubblico di The Walking Dead

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ La presidente dell’AMC Sarah...

TWD Universe sta sviluppando mitologie diverse dall'equipaggio dell'elicottero

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Attualmente, AMC sta centrando...

The Walking Dead: World Beyond data di uscita e durata delle stagioni

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ AMC ha quasi garantito...

1917 Recensione: Sam Mendes orchestra la prima guerra mondiale come un giro d'azione one-shot

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ 1917 Recensione Sam Mendes...

La verità di Grace, il primo lungometraggio di Perry per Netflix

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ ” La verità di Grace”,...

Jojo Rabbit, una delle persone più malvagie della storia come un deficiente imbranato

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ Jojo Rabbit, Taika Waititi...

The Outsider incredibilmente fedele al romanzo di Stephen King

♥ Tempo di lettura: 5 min. ♥ The Outsider è un oscuro,...

Vikings recensione 6×08 Il Valhalla può aspettare
Vikings ci ha fatto conoscere il mitico Erik il Rosso
Vikings recensione 6×07, Addio Lagherta
Vikings: Recensione 6×06 Colpo di scena clamoroso
Actors Guild Awards ecco il galà di immagini
John Williams ha ottenuta la sua 52esima nomination agli Oscar!
Florence Pugh e la sua reazione alla notizia della sua nomination all'Oscar
Oscar 2020: "Joker" domina le nomination, ma i registi neri e femminili vengono ignorati