Piccole donne di Greta Gerwig, recensione

4.5
♥ Tempo di lettura: 6 min. ♥

Strano iniziare una recensione di un film basato su un’opera familiare come ” Piccole donne ” con un avvertimento sugli spoiler, ma una delle ispirazioni più originali che Greta Gerwig , come scrittrice e regista, porta al suo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott ha una presunzione che deve essere rivelata per dare un senso al film.

Vale a dire, nell’entusiasmante audace riconfigurazione di “Piccole donne” di Gerwig, la scrittura del romanzo è integrata nella storia – e l’autrice non è Louisa May Alcott ma la del romanzo, Jo March (interpretata da Saoirse Ronan).

Se restavano dubbi sul fatto che Greta Gerwig fosse un grande talento nel cinema americano, mettili subito a riposo. 

Questo adattamento di follow-up di un classico americano prende una storia troppo familiare e la rende immediata, importante e audace. 

In un anno ricco di affascinanti film sulle donne, ecco la nonna di tutte.

“Piccole donne” di Gerwig è la storia della nascita di un’artista, un’artista femminile in un momento che è ostile alle donne e che racconta storie di vita delle donne dal punto di vista delle donne. 

Insomma, un periodo molto simile a oggi a

Oltre al percorso di una donna nel mondo del cinema, Greta Gerwig inscrive un altro tema personale: il rapporto di un artista con la sua famiglia. 

Come il film di Greta Gerwig, “Lady Bird”, del 2017, la sua versione di “Piccole donne” parla di una giovane donna dallo spirito libero le cui ambizioni minacciano di distaccarla dalla sua famiglia in difficoltà finanziarie e che scopre che la sua realizzazione personale ed emotiva lo sviluppo è inseparabile dalla sua devozione alla sua famiglia.

Coloro che non l’hanno letto tendono a liquidare Piccole Donne di Louisa May Alcott come un romanzo per adolescenti, prive di drammi o propositi. 

Certamente, ha i suoi momenti soffici ma è anche una storia di donne che vogliono essere se stesse, che hanno ambizioni e buone intenzioni (a volte cattive intenzioni) e speranze per il futuro che non si limitano al o ai figli.

Quella ricchezza di carattere, il semplice fatto di prendere sul serio i desideri delle donne, lo mette lì con Jane Austen in termini di libri formativi per ragazze adolescenti. 

E Greta Gerwig prende diverse scelte audaci di narrazione che rendono questo adattamento abbastanza diverso da qualsiasi dei suoi predecessori.

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

La prima è quello di adottare una linea temporale non lineare che ci presenti alle ragazze March nella giovane età adulta piuttosto che nell’adolescenza. 

Incontriamo Jo March Saoirse Ronan incerta fuori dalla porta di un editore di New York, che si prepara a marciare e fare un’offerta per una carriera letteraria. 

Iniziando nell’età adulta della sua eroina e ripercorrendo i suoi anni più giovani, Greta Gerwig concentra immediatamente la narrazione sulle donne adulte, con preoccupazioni del mondo reale che meritano di essere trattate seriamente e respinge le obiezioni di coloro che respingono qualsiasi cosa sulle ragazze adolescenti come fondamentalmente irrilevante.

Jo vuole fare la scrittrice e si precipita per la grande città con le dita macchiate di inchiostro e un lavoro di governante part-time. 

Abbiamo visto che ha rifiutato una proposta di matrimonio del suo amico Laurie ( Timothée Chalamet ) e sembra inebriante di libertà piuttosto che inchinata di rimpianto. 

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

Saoirse Ronan dà a Jo ritmo ed energia, un senso di irrequietezza anche quando è ferma. 

È permanentemente trascurata, ed è spesso vestita, dalla costumista Jacqueline Durran, in strani disadattamenti di abbigliamento che sembrano tanto romantici quanto quelli del XIX secolo. 

Sembra una scrittrice, con tutta l’energia caotica che implica.

Quando torniamo indietro attraverso la vita con le sue sorelle e Laurie, è principalmente quello di dare un contesto a quella figura. 

Le loro opere d’infanzia condivise diventano una prima prova per la sua trama, il tempo di Jo con Laurie un’occasione per esplorare la vita fuori dalla sua casa in gran parte felice.

 Il tema della rappresentazione di quasi tutti qui è la ricerca di indipendenza e il denaro necessario. 

Jo vuole non solo scrivere ma guadagnarsi da vivere; La zia March interpretata dalla grande  consiglia l’importanza di un buon matrimonio come unico mezzo sicuro per provvedere al proprio futuro. 

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

Meg ( Emma Watson ) si accontenta di un matrimonio rispettabile con John Brooke ( James Norton) ma occasionalmente si oppone ai suoi limiti; Laurie vuole trovare una vita libera dalle rigide aspettative di suo zio. 

Ognuno di loro – e in particolare “Marmee ” è il nome affettuoso che le ragazze usano per la madre, la signora March, interpretata da Laura Dern- devono fare i conti con i limiti che la loro società pone su di loro e trovare un modo per prosperare nonostante tutto. 

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

Se guardi, è tutto nel libro, e nella vita straordinariamente lungimirante di Alcott, ma Greta Gerwig ha impiegato questi temi fino in fondo.

Quindi i battiti familiari vengono riorganizzati. 

Il padre delle Marche ( Bob  ) è fuori per combattere contro la guerra civile ma in gran parte assente anche quando presente; Marmee è benefica per le famiglie locali e invia rifornimenti alle truppe, ma mostra un vantaggio reale e non solo una santa pazienza. 

Beth (Scanlen, riuscendo in modo impressionante a evitare la soppressività) suona il piano e si nasconde timidamente da quelli al di fuori della sua famiglia, ma crea un legame con lo zio di Laurie ( Chris Cooper ); Meg ha ancora momenti di stravaganza che sa che non può permettersi per volere di amici più ricchi. 

Il cambio di storia fa sembrare tutto più pesante e più adulto.

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

La sorella che beneficia maggiormente del rejig della storia di Gerwig è Amy ( Florence Pugh ), la più giovane, l’artista, la più una spina nel fianco di Jo.

piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

Nonostante abbia interpretato Amy in tutte e due le età, Pugh ottiene l’energia della sorellina che vuole essere parte di tutto in modo perfetto, e si muove incessantemente dietro a Ronan e Watson nelle scene adolescenti con l’aria di una ragazza molto più giovane. 

Ma inizialmente sfogliando i suoi anni più brutti, a Pugh è permesso presentare Amy come una ragazza determinata e ambiziosa, e una che sviluppa un po ‘più di equilibrio e moderazione rispetto alla sorella maggiore Jo. 

È quasi abbastanza da farti perdonare le numerose offese contro Jo che vediamo mentre il film va avanti, piccoli crimini che generazioni di lettori hanno tenuto contro di lei, e la sua simpatia qui è un altro testamento del potere stellare di Pugh.

Per bilanciare tutta questa energia femminile c’è Laurie, il perfetto Chalamet.

La consolidata chimica di Chalamet con Ronan si presenta bene; la coppia si gomita a vicenda, ma, il loro legame non può durare per sempre: Jo ha in mente cose più grandi. 

La scena della proposta di Laurie sembra quindi romantica, infantile e disastrosa allo stesso tempo. 

È quasi ingiusto individuare solo alcuni membri del cast. 

Dern, zia proibitiva Marylin Streep, Mr Laurence dal cuore tenero Chris Cooper: sono tutti eccellenti, così come lo è l’equipaggio. 

piccole donne-piccole donne-greta gerwig-louisa may alcott

Durran allenta i costumi e rimuove la rigidità corsata di alcuni drammi d’epoca. 

Ghost Stories storie di fantasmi Netflix

Il cineasta Yorick Le Saux crea un look pittorico senza essere primitivo, e la colonna sonora di Alexandre Desplat mescola una leggerezza di tocco con una bellezza ampia.

I salti temporali a volte possono essere fonte di confusione per coloro che non conoscono il materiale. 

L’amico di Jo, il professor Bhaer, è interpretato qui da Louis Garrel, quindi è ancora una volta troppo bello, troppo magro e troppo giovane per abbinarlo al personaggio del libro (anche se potrebbe essere una sorta di meta scherzo). 

E mentre Meg ottiene alcune belle scene, è ancora sotto-servita rispetto alle sue sorelle più giovani.

Greta Gerwig salva la sua più impressionante fioritura narrativa per la fine, con un finale che delizierebbe assolutamente Louisa May Alcott. 

È una decisione che ti lascerà pensare molto più profondamente di qualsiasi altra versione di questa storia e una che rende istantaneamente queste Piccole Donne definitiva sul grande schermo .

Leave a Reply

Halloween: James Jude Courtney ha ricevuto consigli da un vero assassino

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Sappiamo tutti che molti...

Spenser Confidential Netflix ha già un trailer

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Spenser Confidential Netflix...

La Sirenetta: Nel remake darà più potere ad Ariel

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Mentre stiamo ancora...

Federico Fellini il grande regista italiano avrebbe compiuto 100 anni

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Federico Fellini il grande...

Sylvester Stallone Prima immagine da Supereroe

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Dobbiamo ancora vedere...

Matrix 4 : Firma Eréndira Ibarra

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Continuano gli aggiornamenti su ” Matrix...

Actors Guild Awards ecco il galà di immagini

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ Non c’è preludio migliore...

Joaquin Phoenix dedica il suo premio a Heath Ledger

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Joaquin Phoenix dedica il...

Spenser Confidential Netflix ha già un trailer

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Spenser Confidential Netflix...

Picard il nuovo trailer

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ CBS All Access ha...

Le terrificanti avventure di Sabrina nuovo trailer

♥ Tempo di lettura: < 1 min. ♥ Il trailer ufficiale...

Bloodshot nuovo trailer con Vin Diesel come protagonista

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ È arrivato il nuovo trailer di...

TWD Universe sta sviluppando mitologie diverse dall'equipaggio dell'elicottero

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Attualmente, AMC sta centrando...

The Walking Dead: World Beyond data di uscita e durata delle stagioni

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ AMC ha quasi garantito...

Lo zaino arancione di Virgil in The Walking Dead è un grande indizio

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ Lo zaino arancione di...

Andrew Lincoln di The Walking Dead fa pratica con le armi

♥ Tempo di lettura: 2 min. ♥ Andrew Lincoln di The...

La verità di Grace, il primo lungometraggio di Perry per Netflix

♥ Tempo di lettura: 3 min. ♥ ” La verità di Grace”,...

Jojo Rabbit, una delle persone più malvagie della storia come un deficiente imbranato

♥ Tempo di lettura: 4 min. ♥ Jojo Rabbit, Taika Waititi...

The Outsider incredibilmente fedele al romanzo di Stephen King

♥ Tempo di lettura: 5 min. ♥ The Outsider è un oscuro,...

Piccole donne di Greta Gerwig, recensione

♥ Tempo di lettura: 6 min. ♥ Strano iniziare una recensione...

Vikings recensione 6×07, Addio Lagherta
Vikings: Recensione 6×06 Colpo di scena clamoroso
Vikings recensione 6×05 "La Chiave"
Vikings 6×04 Recensione "Tutti i prigionieri"
Actors Guild Awards ecco il galà di immagini
John Williams ha ottenuta la sua 52esima nomination agli Oscar!
Florence Pugh e la sua reazione alla notizia della sua nomination all'Oscar
Oscar 2020: "Joker" domina le nomination, ma i registi neri e femminili vengono ignorati